La Filodrammatica Berton riporta in scena la storia di Maria Stella di Modigliana

Dopo l’apprezzamento di pubblico e critica della passata stagione, torna in scena al teatro dei Filodrammatici “Maria Stella, scene da una vita straordinaria”, biografia tra leggenda e realtà della nobildonna di origine modiglianese vissuta tra il XVIII e il XIX secolo. In collaborazione con l’associazione “Alla ricerca della Modiglianesità perduta”, l’autore e regista dello spettacolo Luigi Antonio Mazzoni ripercorre l’autobiografia della nobile, portando in scena la storia intensa ed appassionante della sua vita. Lo spettacolo andrà in scena il 10 novembre 2018 e sarà replicato l’11, 16 e 17 novembre alle ore 21 e domenica 18 novembre alle ore 15.30 sempre al Teatro dei Filodrammatici (viale Stradone, 7)

La vicenda nota “il baratto di Modigliana”

Nel 1821, dopo la morte del padre, Maria Stella riceve una lettera nella quale il padre confessa di di averla ricevuta, appena nata, dal baratto con un suo figlio maschio. Sconvolta dalla rivelazione, Maria Stella cerca subito di scoprire chi siano i suoi veri genitori. Arrivata per indizi al nome del Duca d’Orleans, nel 1825 incarica un avvocato di intentare una causa per il riconoscimento della sua vera identità, e gli racconta la sua vita. L’infanzia a Modigliana, poi il trasferimento a Firenze, il matrimonio obbligato, ancora adolescente, con un ricco lord inglese, e in seguito l’amore per un giovane barone russo. Decisa a dimostrare in modo inconfutabile la sua vera origine, dovrà scontrarsi con persone senza scrupoli.
Lady Maria Stella pubblica le sue memorie nel 1829, scatenando un contrasto insanabile tra coloro che credono fermamente al baratto in culla e altri che altrettanto fermamente lo negano. Ciascuno ha argomenti e indizi che possono volgere la verità dall’una o dall’altra parte. Ma nessuno ne ha certezza… Perché la verità sul baratto é ancora avvolta nel mistero.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.