Claudio Sintoni nuovo presidente del Panathlon Club Faenza

L’assemblea ordinaria che si è svolta all’hotel Cavallino di Faenza ha rinnovato il Consiglio direttivo del Panathlon Club Faenza. Alla presidenza è stato chiamato Claudio Sintoni, già numero uno del sodalizio faentino dal 2008 al 2013. Succede a Daniele Piolanti, scomparso prematuramente due mesi fa. Il nuovo consiglio direttivo è inoltre composto da Mauro Benericetti, Massimiliano Dalle Fabbriche, Renato Idà, Paola Pescerelli, Olimpia Randi, Dino Sovrano e Pierluigi Viti. Il collegio dei Revisori dei conti è formato da Francesca Baldi, Ivo Garavini, Vito Sami mentre il collegio arbitrale ha come componenti Canzio Camuffo, Assunta Gallo e Sandro Guerrini. Nella prima riunione di Consiglio, in gennaio, saranno assegnate le cariche e le deleghe operative mentre il prossimo meeting conviviale è in programma giovedì 19 dicembre all’hotel Cavallino per la tradizionale festa degli auguri.

Claudio Sintoni “Una vita per lo sport”

Nato a Faenza l’8 luglio 1951, Claudio Sintoni in gioventù pratica diverse discipline sportive, fra cui l’atletica leggera. Negli anni ricopre cariche di segretario e dirigente in diverse società sportive faentine, come Atletica Faenza, U.San Marco, C.A.Faenza calcio e C.A.Faenza Tennis. Nel 1973 consegue il diploma di Educazione fisica con 110 e lode, con tesi in legislazione sportiva. Dal 1973 al 2009 (anno della quiescenza) insegna educazione fisica nelle scuole medie di Faenza: Cova, Lanzoni, Strocchi, Reda, Granarolo e, infine, Bendandi. Nel 1979 diventa giudice arbitro di tennis; nel 1983 raggiunge la qualifica di regionale e nel 1986 quella di nazionale; nel 1992 gli viene assegnato il distintivo d’onore e nel 2003 la qualifica di giudice arbitro benemerito.

Stella d’argento Coni per meriti sportivi

In carriera dirige tutti i campionati a squadre compresa la serie A, innumerevoli tornei individuali, da quelli giovanili a quelli open. In particolare dirige, dal 1992 al 1997, i Campionati Italiani Veterani e nel 1993, ad Alassio, gli Internazionali d’Italia Veterani. Nel 1997 è eletto consigliere del Comitato regionale Emilia Romagna della Federtennis, carica che ricopre fino al 1998. Nel 1999 diviene presidente del Comitato regionale Emilia-Romagna della Federtennis, incarico che riveste fino al 2008. Nel 1991 è socio fondatore del Panathlon Club di Faenza e del Golf Club Faenza. Dal 2001 al 2008 è membro della giunta Coni dell’Emilia-Romagna. Nel 2004 il Coni gli assegna la stella di bronzo al merito sportivo. Nel 2008 è eletto presidente del Panathlon Club di Faenza, carica che ricopre fino al 2013 fino al ritorno di questi giorni. Nel 2017 il Comune di Faenza gli attribuito il prestigioso riconoscimento “Una vita per lo sport” e il Coni la stella d’argento per meriti sportivi. Dal 2009 a tutt’oggi è il fiduciario Coni per Faenza.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.