Cinema e lavoro: il bando del Working Title Film Festival per registi U35

Un festival cinematografico per raccontare il mondo del lavoro e il suo rapporto con la società, evidenziandone non solo il momento critico ma anche le possibilità creative. Torna per la sua seconda edizione il Working Title Film Festival, la rassegna del cinema del lavoro che si terrà a Vicenza dal 27 aprile al 1 maggio 2017. Per la nuova edizione arriva una novità: un concorso aperto ai film di registi under 35 che trattino il tema del lavoro «messo in relazione ai concetti di diversità, incontro con l’Altro e migrazioni». Il bando è stato pubblicato il primo di dicembre 2016, e la scadenza per la presentazione delle candidature è il 1 marzo 2017. Saranno ammesse opere documentarie, di finzione e di animazione, senza limiti di durata, comprendendo cortometraggi, mediometraggi e lungometraggi.

Una rassegna per portare lo sguardo sul mondo del lavoro

Lo scopo del festival è quello di incoraggiare, attraverso le arti cinematografiche e audiovisive, una riflessione sul rilevante tema del lavoro, soprattutto in rapporto con la società contemporanea e il contesto politico e sociale. Working Title Film Festival vuole portare uno sguardo contemporaneo sui nuovi modelli e condizioni del lavoro, evidenziando non solo gli aspetti negativi, legati alla precarietà, alla frammentazione e alla riduzione dei diritti, ma anche le possibilità creative. Inoltre l’obiettivo del festival è di dare visibilità e diffusione alle opere audiovisive ai margini della distribuzione ufficiale e mainstream, al cinema emergente, creando una rete tra filmmaker indipendenti e il pubblico.

Working Title Film Festival lancia la campagna crowdfunding: obiettivo 3mila euro

Il Working Title Film Festival lancia una campagna di crowdfunding per sostenere la seconda edizione del festival del cinema del lavoro. L’obiettivo è raccogliere 3mila euro in 40 giorni, fino al 22 marzo, sulla piattaforma di raccolta fondi online Eppela (a questo link). La seconda edizione si svolgerà dal 27 aprile al 1° maggio 2017 a Vicenza, dove saranno proiettati i film selezionati da un concorso internazionale per registi under 35. I fondi raccolti dal pubblico serviranno a coprire le spese vive del festival: dai rimborsi spese degli ospiti alla stampa dei materiali promozionali, dalle spese di allestimento degli spazi alle spese organizzative e di segreteria. La campagna prevede diverse fasce di contributo, con relative ricompense, da 10 euro a 250: da un semplice ringraziamento ai gadget del festival.

Working Title Film Festival nasce da un’idea di Marina Resta (che ne è la direttrice artistica) e Giulio Todescan (che ne cura l’ufficio stampa) ed è sviluppata dall’associazione Lies – Laboratorio dell’inchiesta economica e sociale di Padova. Il progetto è supportato dal Cinema Primavera e dall’associazione Exworks. Tra i partner della seconda edizione Cooperativa Insieme e Arci Servizio Civile Vicenza.

Rispondi