Tra zavagli e svarioni, le interviste della Cena Itinerante: pt. 1

Per alcuni la cosa più bella della Cena Itinerante è l’apertura di spazi straordinari del centro storico, spesso nascosti, ma capaci di rivelare giardini e chiostri ad alto contenuto artistico. Per altri è la tanta gente in giro per le strade, la convivialità, il rivedere amici e trascorrere con loro un venerdì sera speciale. Per altri ancora è il cibo speciale… se no che cena sarebbe? Ecco allora che, per ogni partecipante, la Cena Itinerante di Faenza rappresenta qualcosa di speciale, che merita di essere raccontato. All’interno del salottino di Buonsenso@Faenza abbiamo chiesto ai tanti partecipanti dell’evento cosa ne pensano di questa manifestazione che da anni anima in maniera unica il Distretto A, il “quartiere ad alta densità artistica” di Faenza.

Tema di quest’anno: zavagli e svarioni. Ecco allora che abbiamo provato a chiedere ai nostri ospiti… che cosa vogliono dire esattamente queste parole? Tra quattro chiacchiere, un bicchiere di vino e qualche… svarione, ecco cosa ci hanno risposto!

Facce da Cena Itinerante

Chi sei e da dove vieni? Danilo, e sono di Faenza.
Cosa ne pensi della Cena Itinerante? È un’iniziativa che mi piace molto, e sono tornato anche quest’anno perché mi sono trovato molto bene.
Qual è la cosa più bella che hai visto finora? L’atmosfera. E’ una manifestazione che riesce a collegare la proposta culinaria con la musica e una partecipazione della gente.
Cos’è per te uno svarione? Direi… uno svenimento.
Cos’è per te uno zavaglio? Per me è quando si parla a vanvera.
Raccontaci un tuo zavalglio… Oddio no, al momento non ho zavagli da raccontare ehehe…

Chi sei e da dove vieni? Clarissa, e vengo da Ancona.
Cosa ne pensi della Cena Itinerante? Un evento molto simpatico e innovativo!
Qual è la cosa più bella che hai visto finora? Deve ancora arrivare… per me è ancora tutta da scoprire!
Cos’è per te uno svarione? Mmm direi ‘un momento di leggerezza’.
Cos’è per te uno zavaglio? Oddio, non so, non sono mica romagnola… è quando fai una str…a?

Chi siete e da dove venite? Siamo Monica e Annalisa, entrambe veniamo da Ancona.
Cosa ne pensi della Cena Itinerante? Monica: E’ il terzo anno che vengo… penso sia una cosa che dovrebbero fare tutti i centri storici d’Italia! Annalisa: Sinergia ed energia allo stato puro.
Qual è la cosa più bella che hai visto finora? Monica: Forse i tanti talenti che si mettono in gioco. Annalisa: La mostra di design in esposizione quest’anno.
Cos’è per te uno svarione? Monica: Una str…a? Annalisa: Dare di matto.
Cos’è per te uno zavaglio? Monica e Annalisa: Una cosa che non serve a niente.
Raccontaci uno zavaglio che hai in casa. Monica: Tante cose inutili… scegliendone una direi il camino che non ho mai usato! Annalisa: Mio marito!

Chi sei e da dove vieni? Maria Pia e sono di Faenza.
Cosa ne pensi della Cena Itinerante? Bella e molto varia! Purtroppo mi tocca andare via alle 21.30 perché poi i bimbi domani hanno scuola.
Qual è la cosa più bella che hai visto finora? Tante cose… sicuramente una delle cose che mi è rimasta più impressa delle scorse edizioni è la bicicletta che hanno messo alla Sghisa.
Cos’è per te uno svarione? Per me è una cosa fisica… è quando hai un mancamento.
Cos’è per te uno zavaglio? Un errore linguistico.
Raccontaci un tuo zavaglio. Ah! Io non ne faccio mica!

Chi siete e da dove venite? Alessandro e Tiziana, e siamo di Faenza.
Cosa ne pensate della Cena Itinerante? E’ una bellissima manifestazione. Abitando in centro, ci piace partecipare tutti gli anni.
Qual è la cosa più bella che avete visto finora? I giardini e i chiostri che abbiamo scoperto all’interno delle case, come per esempio in via Fadina. E poi c’è moltissima gente e il centro è davvero vivo.
Cos’è per voi uno svarione? Perdere l’attimo e avere un vuoto totale!
Cos’è per voi uno zavaglio? Uno che blatera spesso, uno strano modo di esprimersi.

Chi sei e da dove vieni? Fabio, sono nato a Mantova ma vivo a Bologna.
Cosa ne pensi della Cena Itinerante? Mi piace moltissimo.
Qual è la cosa più bella che hai visto finora? Il fatto che sia ‘itinerante’ e non sia un evento statico.
Cos’è per te uno svarione? E’ un momento di stato confusionale.
Cos’è per te uno zavaglio? Un oggetto inutile, superfluo.
Raccontaci uno zavaglio che hai in casa. A casa tengo una testa rotante di Darth Vader.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.