Musica, show, ricercatori: Gagarin festeggia i 50 anni dall’allunaggio in Piazza Nenni

Dieci anni della pubblicazione della rivista indipendente Gagarin Orbite Culturali, 50 anni esatti dall’allunaggio. Il 20 luglio 2019, a Faenza in piazza Nenni (ex Molinella), alle 21.30 – proprio il giorno stesso in cui l’uomo, 50 anni fa, ha posato il primo piede sulla Luna – con la collaborazione musicale del Festival Strade Blu – Gagarin festeggia i dieci anni di vita della rivista e i 50 anni dell’allunaggio con un concerto – spettacolo che vede sul palco una formazione d’eccezione: Don Antonio Gramentieri alla chitarra, Pippo Guarnera all’hammond, Gianni Perinelli al sax e Vince Vallicelli alla batteria conJuke Box 1969 e le più belle hit di quegli anni, perché il 1969, non dimentichiamolo, fu anche l’anno di Woodstock.

Tanti ospiti per festeggiare anche i 10 anni della rivista Gagarin

Non mancheranno incursioni semi serie con interviste e contenuti di approfondimento sulla Luna, alla maniera di Gagarin e condotte dal «nostro» Roberto Pozzi insieme ai terrapiattisti, nonché complottisti disturbatori Paolo Martini e Stefano Damiani. Ospite speciale: Paolo Tortora, professore ordinario di sistemi Spaziali presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale (Campus di Forlì). Paolo Tortora si occupa di ricerca del settore aerospaziale in due campi diversi: quello dei microsatelliti e dei microsistemi spaziali, a partire dall’ideazione e gestione del progetto AlmaSat (Alma Mater Satellite), il primo microsatellite interamente progettato e realizzato presso l’Università di Bologna, e lanciato con successo il 13 febbraio del 2012, il secondo è nel campo dell’esplorazione planetaria e degli esperimenti di radioscienza, eseguiti utilizzando segnali radio ricevuti dai sonde interplanetarie. Poi ancora l’ingegnere Marco Peroni che presenterà il suo progetto di base lunare, l’astrologo Dimitri Cappelli che ci racconterà come la luna influenza gli animi umani e Arianna Ancarani, curatrice da anni della nostra rubrica dell’Orto, che ci racconterà come la luna influenza le piante.

Infine nella stessa occasione verrà presentato il primo libro edito dalla rivista: “Everyday Design” di Roberto Ossani. Il libro raccoglie le 57 rubriche pubblicate fino a oggi su Gagarin fin dal novembre del 2010 quando si decise di dedicare una rubrica ai designer nascosti, e alle storie – spesso avventurose e divertenti – che si celano dietro gli umili oggetti della nostra vita quotidiana. L’evento realizzato in collaborazione con Strade Blu è reso possibile grazie al Comune di Faenza e grazie alla collaborazione di tipografia Modulgrafica forlivese e Leonardo da Vinci Spa – Collezione 1502 da Vinci in Romagna. Sabato 20 luglio, Faenza, Piazza Nenni (o della Molinella), ore 21.30. Ingresso offerta libera. Info: 339 1228409

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.