Buskers Faenza: l’evento della Croce Rossa a favore di un parco inclusivo per tutti i bambini

Risate e magia per regalare un weekend di divertimento a tutti i faentini e per trasformare il parco della Punta degli Orti in un parco giochi inclusivo aperto a tutti i bambini. Il 28 ed il 29 settembre 2019 la Croce Rossa Italiana – Comitato di Faenza organizza per il quinto anno “Buskers Faenza – La fucina dei Sogni”: anche quest’anno le vie e piazze del centro storico manfrediano saranno animate dai buskers e da artisti di strada, che interagiranno con migliaia di spettatori proventi anche da fuori regione. Il ricavato dell’evento verrà destinato alla raccolta fondi per creare un Parco Giochi Inclusivo da donare al Comune di Faenza che permetterà a tutti i bambini, in qualunque condizione, di trovare un gioco per divertirsi assieme ai loro amici, alle loro famiglie, a tutti.

Buskers Faenza: il programma degli eventi

buskers Faenza 2019
Da sinistra: Massimo Isola, Nicholas Bandini, Mattia Verbeni.

Si parte dalle ore 18.30 di sabato 28 settembre, quando il centro storico di Faenza accoglierà 14 artisti che con magia, giocoleria, acrobazia e musica animeranno le strade faentine. Un’occasione di divertimento ma anche per conoscere le tante attività in cui operano i volontari della Croce Rossa di Faenza. A tutti i partecipanti verrà anche data la possibilità di incontrare i clown di corsia; approfondire le attività di emergenza e risposta agli eventi straordinari che colpiscono il territorio faentino; i servizi speciali e un gazebo dedicato alla formazione, in cui gli istruttori mostreranno alla popolazione faentina come eseguire un corretto primo soccorso, una disostruzione pediatrica, un massaggio cardio-polmonare. Inoltre sarà presente un punto informazioni in cui verranno illustrate tutte le attività di Croce Rossa e un punto medico avanzato in cui la popolazione potrà usufruire del “Progetto Salute” in cui effettuare potrà farsi misurare glicemia, colesterolo, pressione arteriosa, frequenza cardiaca

«Come negli scorsi anni, vogliamo regalare un weekend di festa alla città – afferma Nicholas Bandini, presidente della Croce Rossa di Faenza – e al tempo stesso promuovere  una raccolta fondi per realizzare qualcosa di concreto per la cittadinanza. Con le prime tre edizioni abbiamo acquistato un veicolo per il trasporto di persone diversamente abili; con quella dell’anno scorso e quella di quest’anno puntiamo a realizzare un parco inclusivo in cui possano giocare liberamente anche bambini con disabilità. Gli anni passati sono andati molto bene, in tanti sono venuti anche da regioni limitrofe, e tutto questo è stato possibile grazie al lavoro enorme dei volontari e del supporto dell’amministrazione comunale».

L’evento è possibile grazie al bando per la promozione degli eventi in centro storico indetto dal Comune di Faenza. «Ringrazio la Croce Rossa Italiana per riuscire ogni anno a costruire un progetto importante – commenta il vice sindaco Massimo Isola – il centro storico della nostra città ha bisogno di eventi di questo tipo, in grado di coniugare divertimento, valori e responsabilità sociale».

Spettacolo finale domenica 29 settembre alle ore 21

Domenica 29 settembre l’evento comincerà dalle ore 16 e, a chiusura dell’evento, alle ore 21 si esibirà in piazza della Libertà uno spettacolo finale di giocoleria e arte varia con artisti internazionali, rivolto in particolare a famiglie e bambini.

Tra gli artisti presentati nella due giorni finora sono stati annunciati Nicola Bruni, che si produce in uno spettacolo comico esilarante e divertente, ricco di imprevisti, giochi, musica e magia, è adatto ad un pubblico di tutte le età. Dalla valigia magica di Nicola, salteranno fuori tanti oggetti per una carrellata di numeri da circo sorprendenti che lasceranno il pubblico senza fiato. Sarà presente anche il cantautore Marco Brian Vestrucci, chitarrista e busker, che si è avvicinato alla musica in età adolescenziale suonando con gli amici quella che era la sua passione, il rock. Non mancheranno i Clerici Vagantes, nati a Faenza nel 1214, studenti goliardi sempre in viaggio alla ricerca di maestri e conoscenza. Ospite anche Lucie Vendlova, dalla Rep. Ceca, che presenta una storia raccontata senza parole. Inizia con una piccola fiamma, accesa da uno soffio, una danza sottile e elegante, che risveglia i fuochi a terra e sull’abito di Igniferi. Si attraversa una lotta inaspettata, celebrazione esplosiva e attrezzi sorprendenti che si incendiano espandendo il fuoco ardente e affascinante.

buskers fiamma

«Questa manifestazione cresce di anno in anno – commenta Mattia Verbeni della Croce Rossa – come tradizione, molti degli artisti presenti sono del territorio: l’Emilia-Romagna è una culla di artisti circensi e musicisti che meritano di avere spazio e che vogliamo valorizzare».

Il sogno di un parco per tutti: obiettivo 35mila euro

Il progetto ha l’obiettivo di ottenere 35mila euro per costruire nel parco degli Orti di Faenza (tra via Canal Grande e via Firenze), tra le altre cose, un’altalena cestone, uno scivolo collinetta, casette esagonali e giostre a cui possono partecipare anche bambini in carrozzella o con altre disabilità. «Abbiamo deciso di creare un’area gioco in quanto simbolo e luogo di aggregazione – spiegano dalla Croce Rossa -di svago e divertimento non solo per i bambini, ma anche per i genitori stessi; un parco dove tutti i bambini sono liberi di giocare e socializzare al di là di una qualsiasi difficoltà motoria e senza alcun pregiudizio, un parco cioè senza barriere architettoniche che impediscano il gioco».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.