Scuola, strade e giovani: Angela Esposito presenta programma e lista

Solidarietà, sostenibilità e sviluppo: sono queste le tre parole chiave utilizzate da Angela Esposito, candidato sindaco della lista di centrosinistra “Insieme per Brisighella”, lunedì 8 aprile durante la serata di presentazione del programma e dei propri candidati. Una lista molto femminile quella che accompagnerà Esposito nella campagna elettorale, con ben sette donne su dodici candidati a rappresentare le diverse anime della vallata, «tutte persone – sottolinea Esposito – che hanno già dimostrato passione e competenza per il proprio territorio». All’evento di presentazione ha preso parte anche l’ex ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, che ha sottolineato come «la vera politica parta dalla passione che si ha nel mettersi al servizio della propria comunità, e in tal senso va il progetto di Angela».  Questi i dodici nomi della “squadra” scelta da Angela Esposito: Enrico Cirelli, Danilo Cavina, Maria Luisa Samorè, Enea Melandri, Susanna Rondinini, Vania Graziani, Claudia Ciani, Erika Galeotti, Alessandro Ricci, Luca Ballanti Sabrina Turchi, Ilenia Ceroni.

Il punto sulla scuola di Marzeno

Il programma, composto da sei punti, è nel segno della continuità e discontinuità: in quanto attuale vicesindaco, Esposito traccia un percorso che vuole perfezionare e migliorare quanto fatto in questi cinque anni dall’amministrazione. «Solo se si lavora per progetti a lungo termine si può costruire il futuro del territorio – spiega – e per questo l’obiettivo è migliorare quanto di buono messo in campo finora implementandolo con nuove prospettive». Al centro del programma ci sono scuole, infrastrutture e servizi ai cittadini. «È nella scuola – spiega Esposito – che bambini e famiglie creano un forte legame col territorio e si forma vero tessuto sociale». Uno degli obiettivi è quello di terminare i lavori della scuola di Marzeno. «Va certamente completata – aggiunge – rappresenterebbe un’attrattiva fondamentale per i residenti». Attualmente l’immobile, incompleto a causa del fallimento della ditta costruttrice, è allo stato grezzo. «Visto lo stato dei lavori – precisa – è possibile completare il tetto e preservare la struttura mediante affido diretto. Una volta fatto questo per tutelare la parte già costruita, si dovrà continuare le trattative con le ditte del primo appalto. Sembra che la quarta sia disponibile, ma nel caso non andasse in porto servirà un nuovo bando di gara».

L’Osservanza come polo per i giovani

Fondamentale poi il lavoro sulle infrastrutture, con i 232 km di strade da preservare da rendere sempre più sicure con dissuasori di velocità, e la realizzazione della ciclabile verso Fognano, con ulteriori prospettive Brisighella-Faenza. «Vogliamo inoltre rendere concreto un patto con i giovani – aggiunge Esposito – per far sì che non abbandonino il nostro territorio ma abbiano la possibilità di mettersi in gioco sia nello studio sia nel lavoro». Tra le proposte c’è quella di ridare vita all’Osservanza come polo per i giovani e laboratorio di creatività che promuova studio e innovazione, oltre che fucina di startup e ostello.

Insieme per Brisighella, una lista ‘rosa’: 7 donne su 12 candidati

lista insieme per brisighella

Per quanto riguarda l’ambiente, si vuole potenziare ulteriormente la raccolta differenziata; mentre avranno particolare attenzione i servizi per le famiglie e per la terza età. In campo culturale si vuole portare avanti il recupero del teatro Pedrini come teatro del gusto per il quale sono già a disposizione dei fondi regionali. Tradizione e innovazione poi convivono nella promozione delle eccellenze del territorio, con lo sviluppo di specifiche piattaforme e-commerce capaci di presentare le attività di ‘turismo lento’ e di prodotti locali. «Dobbiamo tutelare il futuro delle nostre comunità – conclude Esposito – e non dobbiamo dimenticarci di nessuno né di nessuna delle frazioni che compongono il Comune: in tal senso l’Unione della Romagna faentina ha promosso incentivi per l’insediamento di negozi polifunzionali anche nei territori della nostra vallata, fondamentali per garantire servizi di base e promozione turistica».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.