Dal 3 agosto torna il Bagnacavallo Festival: spettacoli, passeggiate e mostra fotografica

Giunge alla decima edizione il Bagnacavallo Festival, voluto dall’associazione Controsenso per portare appuntamenti culturali in città nel mese di agosto. L’iniziativa è realizzata grazie a un gruppo di volontari, con il contributo e la collaborazione del Comune e il sostegno economico di enti, associazioni e imprese del territorio. Il festival, presentato dell’assessora alla Cultura Monica Poletti e del direttore artistico Michele Antonellini avrà luogo dal 3 al 31 agosto presso il chiostro dell’ex convento di San Francesco ospiterà i sette appuntamenti
dell’edizione del decennale, fra musica, teatro, spettacolo e burattini.

Il programma del festival

Si inizierà il 3 agosto con il Monia Angeli Quintet in Amarcord. Omaggio all’Italia e alla dolce vita, da Modugno a Morricone, dalla canzone italiana al grande cinema. Il 5 agosto si proseguirà con la musica assieme all’ensemble Hof-Musici in Oratori italiani per la corte di Vienna, musiche di Antonio Draghi e Antonio Cesti. L’evento è in collaborazione con “I luoghi dello spirito e del tempo 2021”, Collegium Musicum Classense. Il primo appuntamento per bambini e famiglie si terrà il 10 agosto. La Compagnia Tieffeu proporrà “Fiabe al telefonino”, spettacolo per attori e figure di Mario Mirabassi con Claudio Massimo Paternò e Ingrid Monacelli, in collaborazione con Burattini e Figure 2021, Teatro del Drago. Dante sarà protagonista della serata del 19 agosto grazie a Roberto Mercadini e al suo spettacolo “Dante. Più nobile è il volgare”, un monologo per innamorarsi della parola e, in particolare, della lingua che parliamo. Prima dello spettacolo si terrà “Dante nelle lingue dei gemelli“, lettura collettiva in più lingue del primo canto dell’Inferno, in collaborazione con le associazioni Amici di Neresheim e Comunicando. Tornerà la musica il 24 agosto con il Trio en Flor e Vuelvo al Sur, omaggio a Astor Piazzolla nel centenario della nascita. Il secondo appuntamento con i burattini è previsto il 27 agosto con All’InCirco che proporrà Dante 3021, spettacolo per marionette e attori con Mariasole Brusa e Gianluca Palma, sempre in collaborazione con Burattini e Figure 2021, Teatro del Drago. A chiudere la decima edizione di Bagnacavallo Festival sarà, il 31 agosto, Peppe Servillo Solis String Quartet in uno spettacolo dedicato a Renato Carosone.

Monia Angeli

Oltre agli spettacoli anche passeggiate e una mostra

Accanto agli spettacoli si svolgeranno le Passeggiate con racconti, tre escursioni insolite a Bagnacavallo, fra centro e periferia, condotte da Mario Maginot Mazzotti con partenza da piazza della Libertà: 12 agostoLe edicole devozionali tra spiritualità e tragicità”, una camminata di circa 3 km nella prima periferia di Bagnacavallo per scoprire cinque edicole devozionali. Si continua il 18 agosto con “Osterie e sovversivi” (un percorso alla ricerca di alcune osterie storiche di Bagnacavallo e della dimora di qualche rivoluzionario). Infine il 25 agostoDove si praticava il gioco del pallone”, un itinerario errante per calpestare i luoghi dove si giocava al pallone col bracciale. Oltre a spettacoli e a passeggiate anche “Nove“, una mostra fotografica contenente gli scatti di Giampaolo Ossani dei primi nove anni del festival. La mostra, collocata nella manica lunga dell’ex convento di San Francesco, sarà visitabile tutte le sere di spettacolo.

Info e prenotazioni

L’ingresso a tutti gli spettacoli è a offerta libera. È consigliata la prenotazione al numero 348 6940141, anche con messaggio WhatsApp. Il posto assegnato deve essere occupato almeno un quarto d’ora prima dell’inizio dello spettacolo. In caso di maltempo, per quanto possibile, gli spettacoli verranno allestiti al coperto o rinviati ad altra data. La partecipazione alle passeggiate è gratuita ma anche in questo caso con prenotazione obbligatoria al numero 348 6940141, anche WhatsApp e prevede massimo 30 persone a serata. Tutti gli appuntamenti avranno inizio alle 21. Per altre informazioni contattare: bagnacavallofestival.wordpress.com o info@controsensobagnacavallo.it o telefonare al 333 7981563.

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna e qui continuo a studiare Italianistica. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.