Dal 22 al 24 luglio torna WAM!Festival per rifuggire l’immobilismo

C’è una parola che torna in maniera costante nelle affermazioni di imprenditori, politici, sportivi, uomini e donne della società. La parola è immobilismo. L’accezione è pressoché sempre negativa: essere immobili è oggi descrizione di persone, strutture, stati, continenti incapaci di mutare la propria posizione. All’estremo opposto: il movimento. Ci si muove camminando, correndo e anche danzando. WAM!Festival è la kermesse dedicata alla danza, al teatro e alle arti performative contemporanee che si rivolge a tutta la cittadinanza e sarà in programma dal 22 al 24 luglio a Faenza.

WAM! Festival: dieci anni di movimento

WAM promuove la cultura della danza fuori da ogni stereotipo. A 10 anni dal primo festival, oggi come allora, la direzione continua a proporre un evento fondato su due concetti semplici e immediati: la danza e qualsiasi movimento che da essa scaturisce è una soluzione all’immobilismo quotidiano, sia esso fisico o cerebrale. Secondo punto: diversamente da quanto si possa credere, la danza è inclusiva e a portata di chiunque: capaci e incapaci, bambini e vecchi, appassionati e non appassionati.

Contraddizioni: il tema di WAM! Festival 2022

Contraddizioni, il tema di WAM! Festival 2022, vuole porre l’accento sulla dicotomia tra l’opportunità di continuare a danzare e a sperare, e l’istinto di lasciarsi andare alla deriva di questi tempi ancora oscuri e incerti. “Non possiamo ignorare quello che succede intorno a noi, ma nemmeno il desiderio di circondarci ancora di bellezza.” – afferma Domenico Giovannini, nuovo Presidente dell’Associazione WAM – “Anche quest’anno, noi di WAM! Festival abiteremo per qualche giorno la città con corpi di tutti i tipi e di tutti i generi e coinvolgeremo la cittadinanza”.

Il programma di WAM! Festival 2022

Per celebrare il decennale, tutti gli spettacoli saranno gratuiti e molti interventi saranno in forma di laboratorio gratuito aperto a tutti/e.

Silvia Gribaudi, Laura Moro e Franca Zagatti in scena con le Pratiche di UNISONO, conclusione e ampliamento del percorso Anziano Sarai TU! portato avanti nel corso del 2021 grazie al Crowdfunding.

Le giovani danzatrici Kate Pilbeam e Anna Clara Conti abiteranno e animeranno le vetrine di alcuni negozi di un centro commerciale per disorientare e riorientare i passanti, e il gruppo Le Pratiche del Corpo si esibirà nella performance NUBIVAGO.

Marco Chenevier, Alessia Pinto e Marta Capaccioli della Compagnie Les 3 Plumes presenteranno il viaggio che sta portando la compagnia in diverse città, paesi e ambienti naturali. Nell’appuntamento conclusivo, la compagnia dialogherà con i gloriosi Musicanti di San Crispino.

Sarà presente D.R.OP., la compagnia giovanile di DNA e cuore di Alma PRO, centro di formazione professionale in danza contemporanea di Bologna, guidata dalla direttrice artistica Elisa Pagani con le danzatrici Astrid Delombaerde, Sara Febert, Cecilia Franceschelli, Gaia Latorre, Melissa Salimbeni presso la rinnovata Arena Borghesi.

Infine, I Canti Orfici di Dino Campana secondo Carmelo Bene, un omaggio all’immenso artista a 20 anni dalla morte, nella suggestiva Chiesa di Santa Maria dell’Angelo. 

Francesco Ghini

 

 

WAM! Festival 2022 dal 22 al 24 LUGLIO 2022

CONTRADDIZIONI Danza, performance, musica, teatro

Tutti gli spettacoli e i laboratori di WAM! Festival 2022 sono GRATUITI. Per i laboratori, è necessario REGISTRARSI scrivendo a prenotazioniwamfestival@gmail.com

Per maggiori informazioni www.wamfestival.com

 

Francesco Ghini

Vivo a Faenza e mi occupo di ricerca biomedica e comunicazione scientifica. Ho conseguito un dottorato di ricerca in Medicina Molecolare presso l'Istituto Oncologico Europeo di Milano e numerose partecipazioni a conferenze internazionali come speaker. Parallelamente, ho seguito come direttore artistico la realizzazione dell'evento Estate di San Martino a Piacenza (2012 e 2013) e ho maturato una forte esperienza nell'ambito della comunicazione e dello storytelling. Nel 2014 ho aperto Buonsenso@Faenza e da questa esperienza, nel 2018, è nata l'agenzia Buonsenso Comunicazione. Amo il teatro, i film di Cristopher Nolan, i passatelli e sono terribilmente curioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.