Nel 2017 la vendita di libri dopo 7 anni torna a crescere, fatturato +5,8%

Libro in crisi? Dopo sette anni ecco un’inversione di tendenza che porta gli italiani, se non a sfogliare più pagine, quantomeno a riempire i propri scaffali di casa con un libro ricevuto in regalo o preso per sfizio. Nel 2017 il mercato del libro in Italia torna a crescere: l’Aie, associazione italiana editori, ha presentato venerdì 26 gennaio 208 i dati del suo ufficio studio a Venezia nel corso della giornata conclusiva del 35esimo seminario di perfezionamento della Scuola per librai Umberto ed Elisabetta Mauri. Il numero di copie vendute è positivo dopo sette anni di stop: sono 88,6 milioni i libri acquistati in Italia, senza contare le copie vendute da Amazon.

Fonte: Aie, Il mercato del libro in Italia nel 2017.

Complessivamente nel 2017 il fatturato portato dalla vendita di libri è cresciuto del +5,8% per un totale di 1 miliardo 485 milioni di euro tra librerie, librerie on-line e grande distribuzione (il tutto senza contare Amazon, che non rivela i propri dati e sui cui è possibile fare solo stime). Aumenta anche il mercato degli e-book e degli audiolibri, che ha raggiunto quota 64 milioni di euro nel 2017 (+3,2% sul 2016).

L’e-commerce occupa il 21,3% del mercato librario

Sempre più acquisti online, sempre meno nelle piccole librerie. Continua la crescita dell’e-commerce librario: attualmente il suo ‘peso’ nel mercato librario complessivo ha raggiunto il 21,3% di libri venduti, contro il 16,5% del 2016. Percentuali che, grazie alla comodità di trovare il libro che stiamo cercando con un clic, vanno a scapito della grande e piccola distribuzione, che, pur in calo, restano comunque il canale preferito di acquisto per tre italiani su quattro. Se nel 2010 quasi il 40% dei libri era acquistato in librerie indipendenti, oggi la percentuale è scesa al 25,2%. La grande distribuzione organizzata è invece scesa al 9,1%, contro il 16,3% di dieci anni fa.

Fonte: Aie, i principali canali d’acquisto dei libri.

Emilia-Romagna: nel 2016 il 46,1% della popolazione legge almeno un libro in un anno

In Emilia-Romagna, secondo l’ultima indagine Istat relativa alla lettura nel 2016, il 46,1% delle persone con più di sei anni di età ha letto almeno un libro nel corso dell’anno per motivi non strettamente scolastici o professionali. La regione si colloca all’ottavo posto per numero di lettori che vede invece il Nord Est sugli scudi con Trentino Aldo Adige e Friuli Venezia Giulia.

Rispondi