Al Music Academy i laboratori di lettura espressiva di Massimo Vitali

A quanti anni avete iniziato a leggere? Avete mai letto ad alta voce navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione e raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser? La verità è che sappiamo leggere tutti, ma farlo ad alta voce, davanti ad altre persone senza farsi prendere dal panico, gustando ogni parola per condividerla con gli altri, oltre che un piacere, è innanzitutto un dovere: con il laboratorio di lettura espressiva di Massimo Vitali si imparerà ad essere altruisti. Tre incontri di carattere pratico più un contest finale per affinare le proprie capacità interpretative. Attraverso momenti di aggregazione coinvolgenti e formativi, si imparerà a interpretare un brano rispettando le regole di una corretta lettura, catturando l’attenzione di chi ascolta e coltivando il sottile piacere di leggere ad alta voce per un pubblico in silenzio.

Il laboratorio si rivolge a chi vorrebbe leggere in maniera più accattivante un testo narrativo, ma anche a chi, per lavoro o per studio, si propone di rendere più interessante una relazione o un progetto da leggere in pubblico. Le lezioni si svolgeranno a partire dal 21 febbraio presso Area 51 di Music Academy (via Cavour, 7 Faenza), con un contest finale a premi. Per maggiori informazioni contattare: www.musicacademy.it info@musicacademy.it 331/2443616.

Chi è Massimo Vitali

Massimo Vitali è nato a Bologna nel 1978. Ha pubblicato i romanzi “L’amore non si dice” (2010) e “Se son rose” (2011) entrambi per l’editore Fernandel. È docente di scrittura creativa presso la Scuola Internazionale di Comics di Reggio Emilia. Collabora con le testate Smemoranda e Rockit. È promotore di progetti didattici nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, oltre a diversi format per adulti propedeutici al piacere della lettura. È autore e conduttore su Radio Città Fujiko del programma Ufficio Reclami. È voce di un ciclo di letture radiofoniche da testi di Gianni Rodari e Luigi Malerba.

Rispondi