Faenza festeggia i 50 anni del Premio Europa, ecco il logo ufficiale

Una serata iniziata con l’Inno all’Europa tratto dalla Nona sinfonia di Beethoven e proseguita nel ricordo di 50 anni di storia nel segno dei valori europei. Il consiglio comunale di Faenza ha celebrato lunedì 29 gennaio 2018 i 50 anni del Premio Europa, un riconoscimento che Faenza ha ricevuto nel 1968 facendone la prima città non capoluogo di provincia a potersi fregiare di questo titolo, testimonianza di una vocazione concreta verso gli ideali europei da parte della città manfreda.

Nel corso della serata è stato presentato anche il logo ufficiale delle iniziative di Faenza Premio Europa 1968 realizzato da Valerio Visani, studente dell’istituto professionale Persolino-Strocchi. «Un logo che sintetizza in maniera efficace i valori del Premio Europa» ha spiegato l’assessore alle Politiche Giovanili Simona Sangiorgi. Il logo accompagnerà tutte le iniziative che verranno realizzate nel corso del 2018 per ricordare i cinquant’anni che hanno visto Faenza all’avanguardia nella promozione dei valori europei.

 

Piero Baccarini invita i giovani a proseguire nei valori europei

Dai giovani studenti della Consulta dei ragazzi fino ai rappresentanti Movimento Federalista Europeo, la sala del consiglio comunale ha ospitato tre generazioni differenti unite da un cammino comune che ha portato Faenza a vivere a tutti gli effetti una cultura europea, come ha ricordato nel suo intervento Piero Baccarini, il cui operato fu fondamentale per ottenere il titolo. Le tappe che portarono al riconoscimento del Premio Europa a Faenza iniziarono infatti con le elezioni amministrative del 1964, quando il compianto sindaco di allora, Elio Assirelli, decise di istituire un assessorato alle Pubbliche Relazioni e chiamò a guidarlo dal 1965 al 1970 Piero Baccarini. L’assessorato aveva come finalità quello di informare i cittadini e allargare partecipazione democratica, nel segno dell’allargamento della partecipazione e delle prospettive in un’ottica europea.«La città di Faenza – ha spiegato l’avvocato Piero Baccarini – ha avuto nella sua storia grandi momenti di apertura verso l’esterno, che l’hanno avvicinata alla grande cultura europea, come nel neoclassicismo o le ceramiche di Faenza». Piero Baccarini ha poi invitato i giovani a continuare a coltivare i valori europei, che tante opportunità stanno dando loro – per esempio attraverso le possibilità di viaggiare e studiare all’estero -, opportunità che oggi sono date per scontate ma che un tempo non lo erano affatto.

«Noi faentini siamo forti di questa tradizione che ci ha da sempre contraddistinto – ha affermato il sindaco Giovanni Malpezzi – dobbiamo continuare a costruire l’idea di Europa con l’impegno di tutti, una prospettiva che è fondamentale per garantire un futuro di pace. Le fondamenta delle istituzioni europee nascono proprio per rimuovere ciò che era successo con i due conflitti mondiali e che hanno lasciato l’Europa in macerie».

Un pensiero riguardo “Faenza festeggia i 50 anni del Premio Europa, ecco il logo ufficiale

Rispondi