Dal Vinitaly 2018 parte la REgeneration Emilia-Romagna

Partita l’edizione 2018 del Vinitaly di Verona. L’Emilia-Romagna è subito protagonista con “REgeneration Emilia-Romagna”, il nuovo motto che accompagnerà la nostra regione vitivinicola, e non solo, in giro per il mondo, a partire proprio dal Vinitaly. «Con questa edizione del Vinitaly l’Emilia-Romagna si presenta con un brand importante in ottica futura – spiega Pierluigi Sciolette, presidente di Enoteca Regionale – Sostenibilità, ecocompatibilità e rispetto ambientale sono direttrice cardine per la vitivinicoltura del futuro. Salvaguardare il territorio, e con esso le attività economiche, sono prerequisiti per l’enologia del futuro. Lo abbiamo fatto e scelto come cornice complessiva dell’organizzazione del padiglione 1. Ma non solo. Un padiglione che sa far squadra e che condivide l’impostazione in ogni sua forma e presenza con le oltre 200 aziende e realtà vitivinicole che lo animano».

Emilia-Romagna come terra di benessere al Vinitaly 2018

Prosegue Ambrogio Manzi, direttore di Enoteca Regionale: «Il nuovo allestimento rientra appieno nella logica della eco sostenibilità. La REgeneration non è quindi solo un logo e uno slogan ma una vera e propria direttrice. Creare un circolo virtuoso che guardi all’ambiente come valore unico e condiviso che sappia trasmettere i valori della qualità della vita e del benessere che si possono respirare in Emilia-Romagna. Dobbiamo puntare sempre di più sulla sostenibilità, in ogni forma e sostanza possibile, e come Enoteca Regionale in questo Vinitaly lo stiamo ribadendo con forza».

Vinitaly 2018, gli eventi di Strada della Romagna: dallo squacquerone alla piadina romagnola Igp

Non solo vino. Tanto sarà il gusto firmato «Strada della Romagna – vini, sapori e cultura» che sarà alla corte del 52° Vinitaly, in Fiera a Verona, dal 15 al 18 aprile prossimi.  Quattro giorni di immersione nei profumi, consistenze e negli aromi di alcuni dei simboli della gastronomia del territorio. Squacquerone Dop, Olio extravergine d’oliva di Brisighella Dop, Scalogno di Romagna Igp, Salumi di Mora romagnola, Caciotta fresca e stagionata, piadina di Romagna Igp saranno i prodotti che gli appassionati e gli addetti del settore potranno incontrare in panel degustativi organizzati nella quattro giorni del Salone all’interno del padiglione 1 dell’Emilia-Romagna.

A partire da domenica 15 aprile la Strada della Romagna, in collaborazione con Ais proporrà una serie di eventi di degustazione dedicati ai vitigni autoctoni regionali accompagnati da queste preziose ed inimitabile perle del gusto a Vinitaly 2018. Si inizierà alle 10.30 con un tasting di Famoso vinificato in acciaio ed in legno mentre dalle 15.30 sarà la volta di un focus su uno dei rossi più promettenti e unici: il Centesimino. Lunedì sarà la volta del re e della regina indiscussi con alle ore 10.30 una degustazione di Albana e alle 15.30 una comparazione tra il Sangiovese di San Vicinio e Serra. A concludere il ciclo di degustazioni presso lo stand, martedì 17 aprile sempre alle 10:30 un approfondimento sul Pagadebit e alle 15:30 uno sul Longanesi. Altri appuntamenti che permetteranno di poter assaggiare e conoscere questi abbinamenti tanto storici quanto contemporanei saranno quelli di domenica 15, a partire dalle 15.30, con il tasting «Albana, variazioni di stile: un vitigno antico verso il futuro» e quello di martedì 17 aprile alle ore 11 con Marco Casadei, vincitore del Master del Sangiovese 2017, che sarà la voce narrante del «Viaggio in Romagna con i Sangiovesi 2011 della riserva storica». Per partecipare alle degustazioni è possibile prenotarsi sul sito www.aisromagna.it compilando l’apposito modulo nella sezione «Eventi – Vinitaly 2018». Alle degustazioni dello stand potranno partecipare fino a un massimo di 10 persone e le iscrizioni verranno registrate direttamente al desk.

Rispondi