Partono in Romagna le selezioni per diventare Coordinatori di Sviluppo Turistico Esperienziale

Saper progettare e organizzare Programmi di Turismo Esperienziale, proporli sul mercato nazionale e internazionale valorizzando le eccellenze territoriali a marcato dinamismo imprenditoriale, avere intraprendenza e capacità di coordinamento: sono queste le competenze di cui i territori dovranno dotarsi sempre di più in futuro per essere competitivi ed incrementare l’offerta turistica, dalla collina al mare tutto l’anno. Ecco allora sbarcare anche in Romagna il primo Per-corso dedicato alla formazione dei “Coordinatori di Sviluppo Turistico Esperienziale”, figure professionali versatili, operatori motivati a far conoscere la “Romagna che non ti aspetti”. Il Per-corso – organizzato da GMT™ Gruppo di Marketing Territoriale e Cefal – partirà il 6 giugno 2017 e sarà ufficialmente presentato in un incontro pubblico mercoledì 19 aprile a Faenza nella sede di Cefal (via Severoli, 12) alle ore 18:30. La scadenza per la presentazione delle domande di ammissione è giovedì 11 maggio 2017 alle ore 13.

“Coordinatore di Sviluppo Turistico Esperienziale”: una figura professionale in grado di rispondere a una domanda crescente

La domanda che le persone si porranno in futuro non è solo “dove voglio andare?” ma “quale esperienza voglio vivere?”. Per rispondere alla domanda crescente di Turismo esperienziale e a un mercato dell’offerta sempre più competitivo, emerge la necessità (e opportunità) di sviluppare una figura nevralgica quanto preziosa: il “Coordinatore di Sviluppo Turistico Esperienziale”. «I viaggiatori di domani – spiega l’ideatore del format GMT™, Andrea Succi – sono alla ricerca di brand che siano strettamente connessi con l’ambiente locale. Gli Ospiti ricercano il Genius Loci, nuovi “paesaggi culturali” dove incontrare persone vere con le quali poter condividere un’esperienza, vivendo momenti di vita quotidiana del territorio che visitano, partecipando attivamente e in prima persona alle attività locali, andando a scavare nelle tradizioni, negli usi e nei costumi. Realtà territoriali disarticolate e degradate, comunità locali poco coese e conflittuali, non possono certo immaginarsi competitive ed attraenti. Per queste ragioni occorre “formare” e attivare comunità ospitanti che siano autenticamente accoglienti, veri e propri Gruppi di Marketing Territoriale (“GMT”) motivati ad instaurare relazioni all’interno del proprio territorio per essere attraenti e, al contempo, anche attrattivi».

La relazione col territorio come risorsa fondamentale

«Pertanto il ruolo di “Coordinatore di Sviluppo Turistico Esperienziale”- prosegue Andrea Succi – risulta essere prezioso per la passione che esprime per il proprio territorio. Occorrono intraprendenza tipica dell’auto-imprenditorialità, la conoscenza di almeno una lingua straniera e capacità organizzativa, ingredienti che gli permettono di saper costruire Relazioni autentiche col territorio utili a gestire, confezionare e poi coordinare prodotti esperienziali turistici innovativi».

Un Per-Corso di 6 giorni per operare nel Turismo esperienziale

Una volta superata la selezione, i partecipanti potranno vivere dal 6 giugno 2017 “Autenticità”, “Identità”, “ Ospitalità esperienziale”, “Emozioni multisensoriali”: sono queste le parole chiave del Per-corso che sarà a sua volta strutturato in modo esperienziale e quindi itinerante per vivere e conoscere luoghi, strutture e Persone, ascoltare testimonianze significative di co-protagonisti del territorio e acquisire i contenuti didattici secondo il Format GMT™, ideato e realizzato in Italia da Andrea Succi, Facilitatore di Marketing Territoriale ad approccio partecipativo, di Turismo Esperienziale e Destination Marketing Manager, elabora
ndo esperienze attivate in Veneto, Toscana, Romagna e presso altri distretti territoriali italiani.

Le selezioni: scadenza giovedì 11 maggio 2017

I candidati dovranno essere residenti o domiciliati in Romagna. La partecipazione al Per-Corso è riservata a un massimo di 12 candidati. Saranno considerate preferenziali le esperienze dichiarate senza preclusione di età e genere dei candidati. Durante la fase di selezione e dopo una prima valutazione i candidati incontreranno un Advisory Board, composto da imprenditori e responsabili di Imprese ed Enti del territorio.

Il Per-corso per Coordinatore di Sviluppo Turistico Esperienziale ha il patrocinio dell’Unione della Romagna Faentina, dell’Unione della Bassa Romagna, della Fondazione Dalle Fabbriche e di PLEF – Planet Life Economy Foundation-Delegazione Emilia-Romagna.

Contatti

Il CV, la “Domanda di Ammissione” e la Scheda integrativa allegata sono da inviare a:
Stefania Visani – email: svisani@cefal.it – Responsabile di Sede di Cefal Faenza – tel.0546.25468. (Lun-Gio: 8.30-12.30/14.30-16.30-Ven: 8.30-12.30).
Progetto e Coordinamento: Dott. Andrea Succi: andreasucci@andreasucci.it

Rispondi