Tour operator brasiliani a Faenza alla scoperta della Toro Rosso e del Mic

Dal Brasile al cuore dell’Emilia-Romagna. Una delegazione formata da otto tour operator brasiliani, accompagnati da Mirella Morici e dal giornalista Christian Do Valle, rispettivamente funzionaria e addetto stampa di Enit Brasile, stanno effettuando un educational tour organizzato da If Imola Faenza Tourism Company, in sinergia con Bologna Welcome e Apt Servizi Emilia-Romagna. Nel territorio di riferimento di If la delegazione ha visitato o visiterà Imola (autodromo Enzo e Dino Ferrari, Museo Maicc dove è allestita la mostra Ayrton Magico, centro storico), Faenza (scuderia Toro Rosso, Museo Internazionale delle Ceramiche con la mostra dedicata a Pablo Picasso, centro della città con le botteghe ceramiche), Castel San Pietro e Dozza. Gli ospiti saranno poi accompagnati verso altre mete, come Bologna e il museo Ferrari a Maranello.
L’educational tour rappresenta una delle attività di promo-commercializzazione più importanti della strategia pluriennale di If, messa a punto insieme ad Apt e alle Destinazioni turistiche Bologna e Romagna. Della stessa fanno parte anche le trasferte nelle fiere del turismo più importanti al mondo, come il Wtm di San Paolo, dove la società di Imola e Faenza opera all’interno dello stand Italia gestito dall’Enit. L’iniziativa in corso non è l’unica di questo genere organizzata nel corso del 2019. Un press tour era infatti stato promosso nei mesi scorsi, sempre insieme ad Apt e a Enit Brasile, in occasione del Motor Valley Fest di Modena di maggio.

Erik Lanzoni: “Vogliamo puntare sulla Motor Valley”

All’educational tour di novembre partecipano operatori provenienti dai principali stati del Brasile, interessati a conoscere le eccellenze del territorio nei settori dell’enogastronomia, delle città d’arte, della cultura e dello sport, in particolar modo motoristico. «Tra le azioni di promozione del territorio, gli educational tour rivestono un ruolo sempre più centrale perché danno la possibilità ai tour operator di vedere e toccare con mano un territorio autentico, ospitale e attrattivo e a noi di accreditarci come vera destinazione turistica – dichiara il direttore di IF Imola Faenza Erik Lanzoni -. Puntare sulla Motor Valley, brand conosciuto all’estero, ci permette di promuovere anche le altre nostre eccellenze. Questa è la strategia che ci sta dando importanti risultati in termini di consolidamento di arrivi e presenze, in sinergia con la Destinazione turistica Bologna Metropolitana e con l’Azienda di promozione della Regione Emilia-Romagna, perché è importante far conoscere tutto il sistema turistico che abbiamo attorno. Fa piacere che l’Enit Brasile abbia scelto la nostra regione come destinazione, intravedendo le potenzialità di una realtà che a livello internazionale può ancora crescere tanto grazie ai suoi prodotti turistici di punta: enogastronomia, Motor Valley, borghi e città d’arte».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.