Gruppo Tampieri: la donazione ai Pronto soccorso del ravennate per l’emergenza Covid

Importante donazione da parte del Gruppo Tampieri agli ospedali del ravennate: dispositivi di protezione individuale e apparecchiature medicali, che sono e saranno importanti anche nelle fase post-Covid. Fin dalle prime ore di questa emergenza sanitaria generata dall’epidemia di Covid 19, il Gruppo Tampieri ha dimostrato una grande sensibilità ai bisogni dei cittadini del territorio provinciale e attenzione per gli operatori sanitari impegnati nell’emergenza. Infatti, fin dai primi momenti dell’epidemia, ha donato direttamente ai Pronto soccorso di Ravenna e Faenza una quota di dispostivi di protezioni individuale, a integrazione di quanto già presente in azienda, considerate le difficoltà di rifornimento per i dispositivi di protezione individuale su tutto il territoriale nazionale ed internazionale.

Acquistati dpi, ventilatori polmonari e altre strumentazioni

Ha fatto seguito una cospicua donazione in denaro (150mila euro, ndr), equamente distribuita ai tre Pronto soccorso del territorio provinciale di Ravenna, Faenza e Lugo. Tale modalità ha permesso ai tre Pronto soccorso di acquistare rapidamente, con il supporto dell’Azienda, dispostivi medici utili per l’emergenza Covid, che resteranno nelle unità operative anche superata questa fase (ventilatori polmonari, monitor multiparametrici, pulsi ossimetri). Ogni singolo Pronto soccorso ha acquistato ciò che era più necessario e funzionale alla propria organizzazione e al ruolo che avrebbe dovuto svolgere nell’organizzazione aziendale, nel corso dell’epidemia da Covid. Le direzioni di presidio e la direzione Aziendale, tutti gli operatori e anche a nome dei cittadini della provincia di Ravenna, esprimono un profondo ringraziamento per la sensibilità e generosità dimostrate.

Nella foto della consegna con, Paola e Carlo, in rappresentanza della famiglie Tampieri, il dottor Davide Tellarini direttore medico del presidio ospedaliero di Faenza, la dottoressa Raffaella Francesconi direttore del Pronto soccorso di Faenza.

 

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.