Faenza, 8 nuove stazioni di gonfiaggio e rastrelliere per biciclette

Sono in fase di installazione in questi giorni alcune stazioni di gonfiaggio e rastrelliere per biciclette. La collocazione di queste nuove attrezzature sono il frutto di un accordo per la promozione della mobilità ciclabile tra il Comune di Faenza e La Bcc, Banca di Credito Cooperativo ravennate, forlivese e imolese. «Anche con questo progetto – scrivono dall’Amministrazione – Faenza si dimostra una volta di più un Comune sempre più vocato a scelte di sostenibilità ambientale».

Investimento da 10mila euro

La donazione della Bcc a beneficio di tutta la collettività, del valore di circa 10mila euro e programmata molti mesi fa, acquista oggi ancora maggior valore e attualità, considerato che nelle fasi di ritorno alla normalità dopo l’emergenza Covid-19, si punterà molto a incentivare l’uso della bicicletta per gli spostamenti di lavoratori e studenti. Le nuove postazioni di gonfiaggio sono otto, fruibili da tutti e dislocate nei punti della città più strategici, privilegiando gli istituti scolastici: presso la stazione ferroviaria, in piazza della Libertà, in piazza Martiri della Libertà, nel nuovo cicloparcheggio di Largo Portello a servizio del liceo Torricelli-Ballardini, in via Manzoni vicino all’ingresso dell’Istituto Oriani, in via Castellani vicino alla scuola primaria Gulli e al liceo Classico, in via Carchidio, vicino alla scuola secondaria Strocchi, in via Ravegnana vicino alla scuola secondaria Bendandi.

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.