Festival dei Sentieri Agrourbani il 3 e 4 luglio a Modigliana

Inaugurato il 3 e 4 luglio 2021, il progetto Sentieri Agrourbani sarà il nuovo mezzo di comunicazione turistica del Comune di Modigliana. Un vero e proprio festival della camminata nel territorio modiglianese.

Sentieri Agrourbani

All’insegna dell’idea del camminare come pratica estetica di conoscenza del territorio sono nati i Sentieri Agrourbani, con il loro pay-off Tre Valli dal Centro. Tramite i primi 9 percorsi ad anello, inaugurati nel 2021, sono stati tessuti altrettanti racconti del territorio che uniscono le peculiarità dell’offerta modiglianese con un obiettivo: quello di partire dal centro di Modigliana, conoscerne le caratteristiche, allontanarsi e scoprirne la parte collinare , per poi ritornare . Ogni sentiero è una vera e propria esperienza del territorio, fra storia, cantine, campi, foreste, arte, artigianato, racconti, leggende, benessere e gastronomia, ed ognuno tratta una tematica specifica, permettendo sia di esplorare che di conoscere contemporaneamente il territorio modiglianese.

Il progetto

Le azioni intraprese per la creazione del progetto sono state quindi molteplici, possibili solo grazie all’aiuto prolifico e costante di tantissimi volontari appassionati del territorio: il tracciamento dei 180 km di sentieri ad anello, un grande lavoro storico-documentale per la mappatura degli oltre 104 punti di interesse, la produzione di una serie di video turistici per i monumenti principali, l’affissione dei qr code posti nei cartelli informativi nell’abitato e infine il sito, una piattaforma informativa che conta circa 200 visite settimanali a soli pochi mesi dall’inaugurazione e l’immagine coordinata del progetto. A queste azioni di piattaforma sono state associate inoltre azioni di promozione quali l’idea di gamification tramite il Passaporto e il Festival come evento di richiamo e sintesi, azioni che nel primo anno di progetto hanno portato centinaia di persone in visita a Modigliana. Il giudizio per il primo periodo di prova dei Sentieri Agrourbani è stato più che positivo, visti i numeri creati in un periodo dove il turismo è in sofferenza. A tal fine il Comune di Modigliana ha deciso di portarlo avanti con il gruppo volontari, rinnovandolo con nuove proposte per il 2022.

Le novità del 2022

Sono diverse le novità legate ai sentieri che vengono lanciate a partire da luglio 2022, tutte legate alla fruizione del territorio e ai servizi dei visitatori:

  • Le Guide Gae associate: per chi vuole farsi guidare sui sentieri, da quest’anno è possibile trovare la pagina delle guide Gae disponibili sul territorio nel sito. Un servizio necessario per chi si approccia per le prime volte al nostro territorio o alla sentieristica, ma anche per chi vuole viverlo in maniera diversa: le guide propongono diversi servizi da associare al
    cammino quali lezioni di yoga o bioenergetica, degustazioni in cantina, letture animate per bambini, cenni storici del territorio e tanto altro.
  • Il nuovo percorso dello Spungone: la vetta del Monte Torre è uno dei punti più iconici e panoramici dell’intero comune di Modigliana ed entra da quest’anno a far parte della rete sentieristica. Lungo il cammino si incontrano paesaggi molto diversi fra loro, ma accomunati dalla genesi antichissima, risalente a quando la zona era un mare tropicale pliocenico, come testimoniano i numerosi fossili che ancora emergono dal terreno. L’arsura delle pareti dorate di Spungone si contrappone al clima di fondovalle del Rio Albonello, più rinfrescante e scandito dal fluire delle acque chiarissime. Un anello che permette di scoprire l’antico confine tra Granducato di Toscana e Stato della Chiesa e rimanere affascinato dalle sue maestose falesie, di calpestare le Argille Azzurre descritte per la prima volta da
    Leonardo da Vinci, di ammirare gli antichi fortilizi di Ceparano e Pietra Maura e le grotte del Castellaccio. Essendo un percorso consigliato ad un pubblico esperto, sono molte le guide che si sono messe a disposizione per poter accompagnarvi gli escursionisti.
  •  Il Passaporto dell’Agroturista: la sfida del passaporto si amplia. Insieme al Passaporto del Viaggiatore, che invita ad esplorare i 9 sentieri e trovare il simbolo associato, farsi un selfie e timbrare la propria tappa nelle attività di Modigliana, per ricevere in premio la borraccia e lo zaino dei Sentieri Agrourbani sponsorizzato Decathlon, quest’anno viene associato un secondo passaporto. Il passaporto dell’Agroturista si lega alle esperienze del territorio: la visita ai musei o la tappa del nuovo percorso dello Spungone, la partecipazione alle esperienze presso le attività modiglianesi proposte nel sito dei sentieri o la partecipazione agli eventi permettono di ricevere un timbro. Raggiunte le 5 tappe sarà possibile ritirare la maglietta dei Sentieri Agrourbani sponsorizzata Decathlon.

Modigliana

 Il Festival dei Sentieri Agrourbani: seconda edizione

Il Festival dei Sentieri Agrourbani si terrà quest’anno nelle giornate del 2 e 3 luglio e si configura, sulla traccia della prima edizione, come un’esperienza intensiva di quello che si può vivere nel territorio modiglianese per tutto l’anno tramite i sentieri: visite guidate, degustazioni, concerti e mostre d’arte, laboratori wellness, esperienze per bambini, tutto a stretto contatto con la natura. La prima giornata del 2 luglio è legata specialmente alle esperienze territoriali, mentre la seconda giornata del 3 si tiene presso la tenuta di Montebello ed è legata alla messa in mostra delle associazioni e attività modiglianesi e del grandissimo patrimonio boschivo del Comune. Il 2 luglio: dall’alba al tramonto, farsi guidare al sorgere del sole, fermarsi in centro per una visita al museo e per un pasto locale, camminare per antichi vigneti, esplorare alla luce del tramonto, ascoltare un concerto e guardare le stelle. Il 3 luglio: riserva sperimentale: avventurarsi in un vero e proprio giardino botanico
della foresta di Montebello, scoprire installazioni artistiche fra i rami, sedersi sul prato e ascoltare concerti, degustare erbe selvatiche, imparare con i laboratori le arti della natura e della cura di se, divertirsi ai mercatini e con i giochi nel bosco per bambini.

Programma

Festival-dei-Sentieri-Agrourbani-2022 – programma

 

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna e qui continuo a studiare Italianistica. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.