Due nuovi giovani preti per la diocesi: don Mattia e don Massimo

Sarà una grande festa quella di sabato 24 giugno per la diocesi di Faenza-Modigliana. Alle ore 19 nella Cattedrale di Faenza, il vescovo monsignor Mario Toso ordinerà sacerdoti i diaconi don Mattia Gallegati, della parrocchia di S.Agostino in Città, e don Massimo Geminiani, della parrocchia di Santa Maria Maddalena.

Ecco chi sono don Mattia Gallegati e don Massimo Geminiani

Don Mattia Gallegati è nato a Faenza, originario della parrocchia di S.Agostino in Città e prima di scoprire la vocazione ha conseguito la laurea triennale in Scienze della Comunicazione. Entrato in propedeutica a Faenza nel 2009, dal 2011 ha proseguito la formazione presso il Seminario regionale di Bologna. Nell’anno del diaconato ha prestato servizio presso la parrocchia di S.Marco.

Don Massimo Geminiani è nato a Forlimpopoli, ha 32 anni e dopo la maturità scientifica ha conseguito la laurea triennale in Ingegneria civile. Originario della parrocchia di Santa Maria Maddalena, ha condiviso con don Mattia le tappe del cammino di formazione al Seminario di Bologna. Durante l’anno di diaconato ha prestato servizio presso la parrocchia di S.Stefano di Modigliana e come cerimoniere vescovile.

Mario Toso: “Un segno di speranza”

Attualmente, dati dell’annuario diocesano alla mano, a servizio delle 87 parrocchie ci sono 68 preti, di cui 19 con più di 75 anni, 18 di età compresa tra i 50 e i 75 anni e 11 con meno di 50 anni a cui da domani si aggiungono don Mattia e don Massimo. «Questa ordinazione rappresenta un segno di speranza per la nostra chiesa diocesana – sottolinea monsignor Toso – e testimonia l’impegno nella preghiera e nella pastorale vocazionale che poniamo al centro del prossimo Sinodo diocesano dei giovani». Don Mattia e don Massimo presiederanno la loro prima Messa domenica 25 giugno alle ore 11 nelle rispettive parrocchie di origine.

Rispondi