Pallanuoto Faenza: niente Promozione, largo ai giovani

Largo ai ragazzini per avere in prospettiva una formazione competitiva che possa rinverdire le soddisfazioni di un paio d’anni fa, quando la “prima squadra” sfiorò la promozione in serie C. Nella stagione sportiva 2017-2018 la pallanuoto del Centro Sub Nuoto Club 2000 punta tutto sul settore giovanile, dai “millennials” di casa sua, e non si iscriverà al campionato di Promozione, categoria che era stata dignitosamente conservata nel torneo che si è sviluppato tra gennaio e maggio scorsi. «La scelta della società in piena intesa con noi tecnici è stata chiara – sottolinea Massimiliano “Max” Moretti, responsabile tecnico della Divisione Pallanuoto del Centro Sub Nuoto Faenza -. Ripartiamo dal settore giovanile per avere nel giro di un paio d’anni una ‘prima squadra’ tutta faentina, composta da ragazzi cresciuti sportivamente nelle nostre vasche, quelli di cui mi occupo ormai da sei anni».

Circa 70 i giovani della Pallanuoto Faenza

La Divisione Pallanuoto del Centro Sub Nuoto metterà quindi in acqua le squadre Aquagol dei più piccoli, usciti dalla scuola Pulcini, i quali con un paio di allenamenti settimanali affronteranno i pari età nei tornei locali organizzati dall’Uisp; campionato Uisp anche per i più grandicelli dell’Under 12 (nati negli anni 2004, 2005 e 2006) che si preparano con 3-4 allenamenti settimanali. Le gare ufficiali vengono disputate il sabato pomeriggio anche per gli Under 15 (nati negli anni 2002, 2003 e 2004) e gli Under 17 (2001 e 2002), che invece saranno alle prese con i rispettivi campionati organizzati dalla FederNuoto; per loro 4 allenamenti settimanali, quasi sempre insieme.

Una trentina tra “aquagollisti” e Under 12, una ventina gli Under 15 e una quindicina gli Under 17: questi i numeri dei giovani pallanuotisti, i cui allenamenti sono guidati dagli allenatori Annamaria Chillemi e Michele Solari (Acquagol e Under 12), Piero Calderoni (Under 15) e lo stesso Max Moretti che si occupa degli Under 17. Sono questi ultimi a calamitare la maggiore attenzione dei sostenitori biancazzurri, anche alla luce dei buoni risultati ottenuti durante la scorsa stagione: nelle loro file gioca da titolare il sedicenne Michele Busa, elemento di punta del nuoto di velocità della società faentina, il quale cercherà di “dividersi” al meglio tra i due tipi di impegno agonistico.

Pallanuoto Faenza a sostegno di Avis

«Il campionato Under 17, di cui deve essere ancora definito il calendario, prenderà il via a metà novembre – spiega Moretti -. E’ un torneo regionale che dopo una prima fase, designerà le migliori cinque formazioni per la disputa della fase finale. In una prima amichevole col Ravenna le indicazioni sono state incoraggianti al di là del risultato positivo; in settimana saranno ospiti i pari età del Rari Nantes Bologna in un altro test probante. Gli Under 15 invece disputeranno il loro campionato da dicembre con la stessa formula degli Under 17». Campionato Uisp regionale invece per gli Under 12 con una formula simile, così come per i ragazzini dell’Aquagol, i quali giocano in un campo di dimensioni ridotte. Da ricordare, infine, che in questa stagione i pallanuotisti del Centro Sub Nuoto indosseranno calottine con il marchio Avis Faenza, la locale Associazione italiana Volontari del Sangue, per sensibilizzare gli sportivi sull’importanza delle donazioni.

Rispondi