MI.MO Gallery: la ceramica protagonista con Fiaba Con-Creta e laboratori per i piccoli

Fiaba, ceramica e laboratori. Da poco conclusa la mostra DiBianco, allo spazio espositivo MI.MO Gallery la ceramica incontra il teatro con la mostra Fiaba Con-Creta. Un’esposizione di opere che si ispirano al teatro e che abiteranno gli spazi e le vetrine di Corso Mazzini 64/B a partire dal prossimo 23 settembre. A curare la mostra dei torinesi Enrica Campi e Massimo Voghera, sarà la ceramista Mirta Morigi. Sempre nella stessa giornata, la ceramica sarà protagonista di un laboratorio ceramico dedicato ai bambini e dal nome evocativo “Io paciugo la terra”. Una giornata quindi che unisce la passione ceramica di grandi e piccoli nel nome della fantasia e del divertissement.

 

La fiaba come leitmotiv della giornata

La mostra Fiaba Con-Creta resterà attiva fino al 23 ottobre. La sua inaugurazione arriva proprio nel giorno in cui negli spazi adiacenti alla MI.MO Gallery prenderà via il progetto “Io paciugo con la terra”, una serie di laboratori per bambini di tutte le età che vede impegnata la Città del Sole e la Bottega Mirta Morigi & Girls. Appuntamento con i laboratori ceramici che sarà ripetuto anche il prossimo 7 ottobre, con una sezione dal nome Tocca, impasta, gioca e fai un bruco per i più piccoli e Io creo un mostro dai 5 anni in su.

 

Quando la ceramica incontra il teatro

I laboratori per i piccoli inizieranno dalle ore 15.30 fino alle 18.00, per lasciare poi spazio all’inaugurazione della mostra alla presenza del vice sindaco Massimo Isola. Perché Fiaba Con-Creta? Perché le fiabe affascinano sempre, perché tutti crediamo nel lieto fine e perché i sogni aiutano a mantenere vivo quello stupore che si affievolisce crescendo. Negli spazi della Gallery saranno inoltre messi in esposizione anche degli animaletti di ceramica by Bottega Morigi & Girls, per il divertimento visivo dei più piccoli e, perché no, ispirare anche le loro creazioni laboratoriali. Gli artisti che daranno vita a questa esperienza sognante e teatrale, provengono entrambi dal mondo del teatro per cui hanno lavorato come scenografi. Una contaminazione, quella teatrale, di cui saranno impregnate le opere esposte e che estrinseca la passione per l’argilla sviluppata negli anni.

 

Chi sono gli artisti

Enrica Campi è da sempre affascinata dal teatro. Si forma con gli studi di scenografia all’Accademia di belle arti di Torino e lavora per diversi anni per il Teatro Stabile. Nel 2002 arriva la sua prima mostra sui teatrini e  l’inizio di una lunga serie di mostre personali e collettive dedicate al mondo del teatro, alle fiabe e in particolare alle donne uno dei soggetti preferiti. Tra i materiali utilizzati, ceramica, carta, legno e ferro, che conferiscono alle sue opere una particolare poesia visiva ed emozionale.

Massimo Voghera studia scenografia all’Accademia di Belle Arti di Torino, fra bozzetti, modellini. Inizia poi a lavorare per il teatro, fra realizzazioni di scenografi e architetti, primo fra tutti Lele Luzzati. Diventa poi docente all’Accademia di Belle Arti di Torino, dove insegna scenografia teatrale, storia della scenografia e teatro di figura. Alla passione per il teatro e per la scenografia si aggiunge quella per la terracotta e la ceramica, passione che coltiva e sviluppa con la moglie Enrica.

Rispondi