Il 15 agosto una messa per i morti della strada: nel 2017 in provincia sono in aumento

Incidenti sulle strade in crescita nella provincia di Ravenna. Martedì 15 agosto 2017, alle ore 10, nella chiesina di San Lazzaro, a pochi chilometri da Faenza lungo la via Emilia in direzione Forlì, si terrà una santa messa in suffragio di tutti i caduti della strada. Alla funzione religiosa, officiata da monsignor Giuseppe Mingazzini, presenzieranno l’assessore all’istruzione e politiche giovanili Simona Sangiorgi e altre autorità civili e religiose. Nel corso della mattinata nell’area esterna alla chiesa saranno inoltre presenti unità della Polizia municipale per garantire la sicurezza della circolazione. Chi volesse esporre in chiesa le foto dei propri famigliari morti in incidenti stradali può contattare il presidente del quartiere Borgo Giovanni Assirelli (tel. 338 1992819).

Nel 2016 aumento degli incidenti in provincia di Ravenna

La prefettura di Ravenna nei giorni scorsi ha reso noto i dati sull’andamento degli incidenti stradali registrati a livello nazionale e provinciale nel 2016. In particolare, nonostante nel 2016 gli incidenti stradali in Italia siano in crescita (+0,7%), si registra un calo delle persone decedute (-4,2%) e un aumento dei feriti (+0,9%). Sul nostro territorio, in linea col trend nazionale, si è registrato un leggero aumento dei sinistri, passati da 2.412 nel 2015 a 2.777 nel 2016 (+15,13%). Si è, invece, ridotto il numero dei feriti che da 2.400 nel 2015 sono passati a 2.226 nel 2016 (-0,7%). Il calo più significativo, pari al 7,89% si è avuto nel numero delle persone decedute, che da 38 nel 2015 sono passate a 35 nel 2016.

L’inizio del 2017 vede diminuire gli incidenti ma aumentare il numero dei deceduti

Diversamente dall’anno precedente, nel primo semestre del 2017 l’Osservatorio per la sicurezza stradale, che ha curato la statistica dei sinistri, ha registrato, una flessione degli incidenti rispetto al corrispondente periodo del 2016 che sono passati da 1.265 a 1.165, con un calo del 7,91%. I feriti sono ugualmente diminuiti e da 988 nel 2016 sono passati a 831 nel 2017 con un calo del 15,89%. Purtroppo si è invece registrato un aumento delle persone decedute che sono state 15 nel 2016 e 22 nel 2017 con un incremento del 46,67%. Il fenomeno dell’aumento dell’incidentalità in ambito nazionale – precisa la nota della Prefettura – è stato oggetto di attenzione del Ministro dell’lnterno, che ha, di recente, emanato specifica direttiva volta a sensibilizzare le Prefetture per rivisitare le strategie e i modelli operativi che disciplinano l’attività di prevenzione e di contrasto delle Forze di Polizia e delle Polizie Locali.

 

Rispondi