Faenza Vinitaly: Melandri, Carugati e Gigi (Zingarò) nuovi ambasciatori dei vini

Sono tre i faentini nominati “Ambasciatori dei Vini dell’Emilia Romagna” nell’ambito del progetto “Carta Canta“(concorso che premia le Carte dei Vini che propongono un assortimento qualificato di vini dell’Emilia Romagna e riconosce l’impegno di chi crede nella tipicità del territorio) in occasione dell’edizione 2017 del Vinitaly a Verona, e rispondono ai nomi di: Luigi Zaccarini (conosciuto a Faenza come “Gigi”, titolare del ristorante pizzeria “Zingarò”), Francesco Carugati (direttore dell’Ascom Confcommercio di Faenza) e infine Giorgio Melandri, curatore di “Enologica”. Faenza Vinitaly ottiene così un prestigioso riconoscimento.

Giorgio Melandri: “Carta Canta un’iniziativa innovativa senza precedenti in Italia”

Ed è proprio Giorgio Melandri a dichiarare soddisfatto: «Carta Canta è una grande alleanza tra i produttori di vino e la ristorazione, un modo militante di fare cultura e stimolare la presenza dei vini Emiliano-Romagnoli nelle carte dei vini. Un’iniziativa innovativa senza precedenti in Italia, che sposta il racconto del vino “sulla strada” con passione coerentemente con l’anima popolare del vino e del cibo di questa regione. Grandi prodotti alla portata di tutti, parte di un patrimonio di diversità ancora inedito e che i ristoratori raccontano».
 In occasione dell’incontro è stato conferito l’ambito titolo a 36 fra gestori di locali (ristoranti, bar, enoteche, ecc.) e personalità che per la loro storia hanno contribuito a far conoscere i vini della regione.

Faenza Vinitaly: 3 faentini tra i 36 nuovi Ambasciatori dei vini

A “Carta Canta” ha partecipato anche l’assessore all’Agricoltura della Regione Emilia-Romagna, Simona Caselli, che afferma: «Con la crescita del turismo, e non solo in Riviera, la necessità di saper promuovere le eccellenze e i punti di forza dell’enogastronomia regionale è importante e sempre più strategica. Rimane altresì importante che chi accoglie i visitatori della nostra Regione sia preparato, ed è per questo che nasce Carta Canta. Un progetto e un premio che stan riscuotendo un crescente successo tra gli operatori. Un modo di promuovere che permette contemporaneamente una qualificazione sempre più concreta e territoriale delle carte dei vini, dalla pianura, alle città d’arte, fino ad arrivare alla spiaggia»

Rispondi