Il Mei al Mibact per supportare il nuovo Portale della Musica Italiana

Buone notizie per il Mei di Faenza. Il 10 novembre 2016 Mei e AudiCoop – associazione nata all’interno del Mei con l’obiettivo di far conoscere le diverse realtà indipendenti italiane alle istituzioni e agli organismi che operano nel settore culturale e musicale – hanno seguito al Ministero dei Beni Culturali la presentazione del Portale della Musica Italiana per voce del ministro Dario Franceschini. Il Mei, il meeting di artisti indipendenti più grande d’Italia, ha infatti contribuito attivamente alla fondazione di questo nuovo portale digitale voluto fortemente dal patron della manifestazione faentina Giordano Sangiorgi.

In arrivo il Portale della Musica italiana

Il nuovo portale raccoglierà tutta la musica italiana digitalizzata dall’ex-Discoteca di Stato – l’istituzione nata nella prima metà del novecento con funzione di archivio sonoro nazionale, dal 2008 sostituita dall’Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi – con l’integrazione di brani attuali e di una ricerca di brani storici della musica indipendente. Questo permetterà di documentare un’ampia e importante fetta della storia della musica italiana e, allo stesso tempo, di competere con le grandi piattaforme online multinazionali, ma mantenendo una propria identità italiana.

Il Mei, da vent’anni un’istituzione faentina

Il Mei, il Meeting delle etichette indipendenti, è la più importante manifestazione dedicata alla nuova scena musicale indipendente italiana. Nato ufficialmente nel 1997 si configura come un evento ricco di concerti, presentazioni musicali e letterarie, convegni e mostre, oltre a una parte espositiva rivolta agli operatori della filiera musicale. L’obiettivo della manifestazione è quello di sostenere, promuovere e favorire la crescita e la diffusione di una cultura musicale indie (musica indipendente) ed emergente. Questo, attraverso un’offerta artistica intensificata in particolare nelle due giornate che si svolgono a settembre a Faenza, declinata in circa trecento showcase e concerti, e cento tra dibattiti, convegni e presentazioni letterarie.

Rispondi