Matteo Salvini a Faenza per la candidatura di Paolo Cavina: video integrale

C’era il candidato sindaco Paolo Cavina, ma c’era soprattutto Matteo Salvini a scaldare gli animi per la presentazione della lista della Lega in vista delle prossime amministrative faentine: sarà infatti il Carroccio a guidare la coalizione del centrodestra a sostegno del candidato civico espresso dalla coalizione di centrodestra. Alle ultime Regionali, la Lega ottenne a Faenza il 29%, e punta ad avere nuovamente un ruolo di primo piano all’interno della coalizione.

In oltre un migliaio di persone hanno assistito venerdì 21 agosto all’evento in piazza della Libertà introdotto dal segretario di Lega Romagna, Jacopo Morrone, e che ha visto la partecipazione anche del primo cittadino di Brisighella, Massimiliano Pederzoli, il primo sindaco di centrodestra della provincia di Ravenna. La presentazione dei candidati vede come capolista della Lega nella sfida delle amministrative Gabriele Padovani, colui che nel 2015 sfiorò per 800 voti Palazzo Manfredi; al suo fianco alcuni volti già noti – come il consigliere regionale Andrea Liverani o Giorgia Maiardi, indicata negli scorsi mesi come possibile candidato a sindaco – e altri nuovi.

Video: il candidato sindaco Paolo Cavina

In attesa dell’arrivo di Salvini dal Meeting di Rimini prende la parola il candidato sindaco. «Ci aspetta un mese impegnativo, tutta la coalizione racconterà questo progetto nuovo che proponiamo ai faentini – spiega Paolo Cavina -andremo a dire cose giuste e vere. Abbiamo fatto una bella squadra e ringrazio tutti i componenti delle liste per il loro impegno, ed essere a capo di questa squadra mi rende orgoglioso: tutti lavorano con spirito di servizio. Io ho capacità di fare squadra e serve una squadra al governo di questa città, non un uomo solo al comando come è stato fatto in questi anni e in questo modo la città è stata lasciata allo sbando; abbiamo dunque il dovere di ridagli quello splendore che merita. Salvini è la stella polare della Lega e ha a cuore la città di Faenza perché vuole portare tutta la coalizione a vincere».

Video: intervento di Matteo Salvini

Le note della Turandot di Puccini indicano l’arrivo di Matteo Salvini a cui viene lasciato ampio spazio con i tanti i temi nazionali – dall’imminente processo alla riapertura delle scuole fino alla lotta all’immigrazione clandestina – toccati dal leader della Lega. A margine del comizio, sollecitato dalle domande dei giornalisti Salvini entra poi nel merito delle questioni faentine. Sui 5 Stelle esulla novità della loro alleanza con il Pd alle amministrative faentine, Salvini commenta: «Per la poltrona sono disposti a vendere l’anima, ma questo è un trucchetto della vecchia politica: anche Faenza invece cambierà in meglio come ha fatto Forlì». Sul candidato sindaco, «Paolo Cavina non ha bisogno di consigli – spiega Salvini – ma solo di complimenti e affetto: fare il sindaco in questo periodo è molto complicato». Il leader della Lega sottolinea come la scelta di Cavina sia una «una scelta tutta faentina e non decisa dall’alto, penso si sia trovato il candidato migliore e il fatto che il centrodestra si apra a tante liste civiche significa che accoglieremo tanti delusi dalla sinistra».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.