Master in Materiali compositi: 10 nuovi diplomati e 3^ edizione in arrivo

Chimici e ingegneri 2.0 in grado di rispondere alle esigenze di un mercato le cui parole chiave sono “ricerca”, “innovazione” e “competenza”. Venerdì 17 novembre 2017 nella sede della Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza, si sono tenute la presentazione dell’edizione per l’anno accademico 2017- 2018 del Master Universitario in Materiali Compositi e la cerimonia di consegna dei diplomi per l’edizione 2016-2017. Questa iniziativa, per la quale sta partendo la terza edizione, è nata a Faenza per iniziativa del Dipartimento di Chimica Industriale “Toso Montanari” dell’Università di Bologna (Campus di Ravenna), con la collaborazione di Fondazione Flaminia, e grazie a Riba Composites (Gruppo Bucci Industries), che è al momento il principale sostenitore e finanziatore del Master.

Faenza centro di eccellenza nella ricerca sui Materiali compositi

Si tratta di un Master annuale di I livello che può costituire uno sbocco naturale per i laureati del Corso di Laurea in Chimica di Faenza ma che è ovviamente accessibile anche ad altri laureati, sia triennali che magistrali, che mirino a una formazione specifica nel campo dei materiali compositi, uno dei settori che in questo momento ha probabilmente più spazio per sorprendenti sviluppi tecnologici e sbocchi occupazionali altamente qualificati. Il Master mira a far diventare Faenza un centro di eccellenza in questo specifico settore, collegando ancora di più la realtà produttiva avanzata del territorio alla formazione di tipo accademico. La figura professionale obiettivo del Master è a carattere multidisciplinare e questo è il motivo per cui esso si rivolge a laureati sia in chimica che in ingegneria. Uno dei principali punti di forza del piano di studi è un lungo tirocinio in azienda, che gli studenti hanno la possibilità di svolgere in importanti aziende del settore dislocate su tutto il territorio nazionale.

All’evento, moderato dal direttore del Master, il professor Daniele Nanni, hanno partecipato Simona Sangiorgi, assessore alle Politiche Educative e Giovanili del Comune di Faenza, Alberto Morini, presidente della Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza, Andrea Bedeschi, general manager di Riba Composites, Valerio Zanotti, vice-direttore del Dipartimento di Chimica Industriale “Toso Montanari” e Antonio Penso, direttore della Fondazione Flaminia.

I 10 diplomati del Master in Materiali Compositi

Alla presentazione delle caratteristiche salienti della prossima edizione del Master è seguita la cerimonia di consegna del titolo agli studenti della II edizione, che avevano precedentemente discusso coi docenti del Master l’elaborato finale frutto del loro tirocinio. In particolare, si sono diplomati: Nicolò Simone Acri di Cervia FC (tirocinio in Cantieri San Lorenzo SpA – Ameglia SP), Enrico Baggio di Rosà VI (tirocinio in Dow Italia srl – Correggio RE), Giacomo Bianconi di Falconara Marittima AN (tirocinio in Elantas Europe – Collecchio PR), Valentina Carullo di Policoro MT (tirocinio in TEC-Eurolab srl – Campogalliano MO), Lisa Cassani di Castel Bolognese RA (tirocinio in Protesa SpA – Imola), Valentina Elisabetta D’Amico di Ugento LE (tirocinio in Fibre Net srl – Pavia di Udine UD e Ardea srl Casalecchio di Reno BO), Francesco Doria di Montegranaro FM (tirocinio in Cantieri San Lorenzo – Massa), Martina Gironi di Bologna (tirocinio in ESI Italia Srl – Bologna), Salvatore Li Rosi di Lentini SR (tirocinio in TEC-Eurolab srl – Campogalliano MO), Matteo Magagnini di Albano Laziale RM (tirocinio in Microtex Composites srl – Prato).

Rispondi