Dpcm: manifestazione a Faenza il 31 ottobre: “Imprese e società devono tornare a operare in sicurezza”

Sabato 31 ottobre a partire dalle 18, è organizzata in piazza del Popolo a Faenza una manifestazione di solidarietà in contrasto alle misure dell’ultimo Dpcm. «Intendiamo manifestare solidarietà a tutti coloro che sono stati maggiormente penalizzati dal Dpcm e che mettono anima e corpo al servizio del benessere della nostra comunità – spiegano i promotori – La manifestazione è organizzata grazie al coinvolgimento delle associazioni di categoria (queste in realtà hanno dichiarato di non essere state coinvolte nell’organizzazione, ndr), delle associazioni sportive, delle imprese ricettive e delle famiglie. Intendiamo manifestare in favore di chi si prende cura, con passione e professionalità, del benessere di anima e corpo di tutti noi».

L’evento in piazza del Popolo dalle ore 18

«Invitiamo quindi tutto il mondo dello sport – prosegue il comunicato -, tutti i professionisti della ristorazione, tutto il mondo dell’intrattenimento, il mondo della scuola e dell’associazionismo della città di Faenza a partecipare alla manifestazione per raccontare dal vivo le proprie imprese e associazioni, e l’importanza dei valori che rappresentano per la città».

«Intendiamo manifestare per chiedere alle istituzioni politiche territoriali di impegnarsi anima e corpo – prosegue la nota -affinché a tutte le imprese e società, che negli ultimi mesi hanno investito e si sono impegnate a rispettare i protocolli sanitari e le nuove normative, sia concesso di tornare a operare tutelando la salute e la sicurezza dei propri iscritti, associati e clienti nel rispetto delle norme in vigore fino a domenica 25 ottobre. Preghiamo tutti gli studenti di Faenza, tutti i professionisti dei settori coinvolti e tutti i volontari delle associazioni di diffondere questo appello per la tutela della nostra comunità. Sottolineiamo che la manifestazione avrà carattere apolitico e si svolgerà in forma statica nel rispetto del distanziamento e con obbligo di protezione delle vie respiratorie».

Le precisazioni degli organizzatori

«In rappresentanza dei promotori dell’evento ci tengo a chiarire l’errore nella redazione della nota divulgata – si legge nella nota dei promotori –  Con “associazioni di categoria” era nostra intenzione definire le associazioni sportive, e non, che stanno supportando l’organizzazione dell’evento. Nelle nostre intenzioni volevamo indentificare la categoria dello sport e le altre interessate. Assicuriamo che non era nelle nostre intenzioni millantare il supporto o la collaborazione di Confesercenti, Confcommercio, Cna e Confartigianato di Faenza, che confermiamo non avere contattato o coinvolto. Ci scusiamo per il fraintendimento e ribadiamo che l’evento è promosso da comuni cittadini senza l’appoggio di partiti e movimenti politici.
Ci stiamo impegnando tutti in buona fede per promuovere un evento che dia voce alla comunità e ci auguriamo ci sia perdonato di essere stati maldestri nella compilazione di una nota, perché siamo professionisti in altri ambiti non abituati a diffondere comunicati stampa».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.