Mafie del mio stivale: incontro a Faenza con Enzo Ciconte

Il professor Enzo Ciconte è tra i maggiori conoscitori della storia e delle continue trasformazioni delle criminalità organizzate italiane. Mercoledì 18 aprile 2018 ritornerà a Faenza in occasione di un evento pubblico che si terrà in serata per poi proseguire nella mattinata successiva incontrando, grazie alla disponibilità dei docenti, i ragazzi delle ultime classi del liceo Torricelli-Ballardini. L’incontro serale, organizzato da Officina Democratica, si terrà nell’aula 4 di Faventia Sales alle ore 20.30.

Enzo Ciconte esporrà la storia delle organizzazioni criminali del nostro Paese

«Sono passati nove anni da quando, sempre a Faenza, il prof. Ciconte incontrò giovani e meno giovani nell’aula magna dell’Istituto Oriani – scrivono gli organizzatori – Da allora di cose ne sono accadute parecchie: l’esplosione del fenomeno mafioso nelle Regioni del Nord d’Italia, compresa la nostra Regione Emilia-Romagna, con i suoi tentacoli che abbracciano pezzi di economia, di politica, delle istituzioni; il consolidamento delle relazioni con mafie di altri paesi europei e non, per non parlare di “Mafia capitale” o delle nuove opportunità che la Mafia ha abbracciato in connessione con i fenomeni migratori.

Una vita passata a studiare e a insegnare nelle Università la storia delle principali organizzazioni criminali italiane (Mafia, Camorra, ‘Ndrangheta, Sacra Corona Unita), lo ha portato alla produzione di numerosissime pubblicazioni sull’argomento. Pubblicazioni tutte che sono scritte con il linguaggio di chi vuole parlare a noi cittadini, ai giovani in particolar modo, di questo mostro, le mafie, che ci produce asfissia intellettuale, che ci toglie la libertà, che ci rende succubi, schiavi sottomessi all’omertà». Fra le più recenti pubblicazioni, due sono uscite nel 2017: “Mafie del mio stivale” e “Dall’omertà ai social”.

Rispondi