Italia Viva, i candidati a supporto di Isola: “Il tema sicurezza non deve essere uno slogan”

La sicurezza non come slogan ma come mezzo per migliorare Faenza nei vari ambiti della città: da qui la scelta di svolgere la presentazione della propria lista in piazza Dante nei pressi della palestra Cavallerizza. Si presentano i 16 componenti della lista di Italia Viva: il partito di Matteo Renzi, nato nell’ottobre 2019, sosterrà la candidatura di Massimo Isola alle prossime elezioni amministrative del 20 e 21 settembre. «Questa è una lista di cui sono estremamente soddisfatto e rispecchia diverse realtà del tessuto sociale di Faenza – dichiara il capolista Alessio Grillini – ed è già diventato un gruppo affiatato, il nostro è l’unico vero fronte dei moderati, non si può infatti essere moderati e andare poi a braccetto con Salvini».

Significativa la scelta del luogo in cui presentare la lista: piazza Dante, negli ultimi anni al centro di diversi episodi di degrado pubblico e microcriminalità. «Uno dei nostri temi cardine è la sicurezza – prosegue Grillini – e ci stiamo impegnano affinché vengano adottate situazioni nuove per risolvere i problemi di quest’area, così come altre della città. E’ uno dei tanti luoghi dove spesso e volentieri avvengono episodi spiacevoli e come Italia Viva vogliamo lavorare per migliorare le cose. Aver trattato questo tema ed essere oggi qui fisicamente, anziché fare proclami, dimostra che andiamo e andremo realmente sul territorio per risolvere i problemi». Video sorveglianza, migliorare l’illuminazione, rivisitare il luogo a livello di viabilità, offrire occasioni di frequentazione rivolta ai giovani: queste alcune delle idee che possono essere messe in campo nella zona della Cavallerizza o di altre della città «confrontandoci però sempre con la gente – precisa Grillini – senza far venire qualcuno da Roma a parlare dei nostri problemi».

Tra i componenti della lista anche Federica Rosetti, presidente della società sportiva Diamante Torelli, che sottolinea l’importanza di riqualificare palestre e strutture sportive; e l’avvocato Veronica Valeriani che dichiara: «Isola è l’uomo giusto per affrontare al meglio le sfide sociali e sanitarie della nostra città».

Marco Di Maio: “Isola ha esperienza e conosce problemi e potenzialità di Faenza: da qui l’alleanza in coalizione con i 5 Stelle”

«Abbiamo subito accolto la sfida che Massimo Isola ha lanciato per queste elezioni – dichiara l’on. Marco Di Maio – La scelta di sostenere il suo progetto è molto legata alla sua persona: ha esperienza, conosce i problemi e le potenzialità di Faenza, qui infatti non ci sono temi nazionali da strumentalizzare ma ci si gioca il futuro di questa terra di Romagna. Da qui il caso tutto eccezionale che vede Italia Viva alleata con i 5 Stelle, in nome di un candidato comune che stimiamo: a Faenza c’erano diverse condizioni. Il nuovo inizio che propone Isola arriva dopo dieci anni di amministrazione Malpezzi molto oculata, ma oggi si deve guardare al futuro affrontando nuove sfide. Ci sono già emergenze fortissime da superare, la principale è quella della scuola, che sta a cuore a tutti noi». «Come lista vogliamo portare attenzione ai quartieri – prosegue Di Maio – nella convinzione che la parola ‘sicurezza’ non sia solo uno slogan ma un ‘esserci’ dove sono i problemi. Fondamentale anche il forte sostegno che andrà dato al tessuto economico e imprenditoriale: penso che il tema del lavoro sia, anche in una dimensione comunale, oggi più che mai l’emergenza fondamentale da affrontare, attraverso investimenti che vanno messi in campo».

«Si tratta di una lista di persone competenti e appassionati – afferma Roberto Fagnani, coordinatore provinciale di Italia Viva – Grillini fin da subito ha fatto sì che Italia Viva potesse dire la sua al fianco di Isola, un candidato che si è messo al servizio di tutti. Siamo stati tra i partiti che hanno contribuito a questa coalizione, abbiamo davanti una sfida importante».

Massimo Isola: “Sicurezza non significa avere disprezzo per la diversità”

A concludere la presentazione della lista, le parole del candidato primo cittadino. «Con Italia Viva e le altre liste promuoviamo una coalizione larga con all’interno varie anime del mondo riformista unite dalla comune volontà di dare risposte straordinari a una fase straordinaria – spiega Massimo Isola – che ha imposto un cambio di passo nel governo della nostra città. Abbiamo bisogno di costruire una città diversa da quella precedente il Covid, senza chiuderci in fortini. Italia Vive mette a disposizione di questo progetto delle competenze vere e professionali per creare un nuovo percorso di sviluppo della città, in cui la sicurezza è un punto cardine ma che non significa disprezzo per la diversità. Non si fa comunità se c’è insicurezza».

La lista di Italia Viva

Alessio Grillini (1978), Patrizia Ambrogi (1963), Beatrice Azzani (1973), Alessandro Bettoli (1972), Sandra Cornacchia (1965), Miklos Floris (1971), Paola Lama (1952), Chiara Maccagni (1974), Alex Manzoni (1989), Antonino Moretta (1983), Roberto Naldi (1971), Mirko Rivata (1972), Federica Rosetti (1973), Veronica Valeriani (1976), Donatella Venturi (1964), Silvia Vittoretti (1966).

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.