Tra guerra e fondamentalismo; Isis Tomorrow al Ridotto del Masini

Presentato fuori concorso all’ultima edizione della Biennale di Venezia, Isis Tomorrow (The Lost Souls of Mosul) sarà il documentario presentato per la rassegna “Il Cinema della Verità” al Ridotto del Teatro Masini di Faenza mercoledì 20 febbraio 2019 alle ore 21. L’opera è diretta da Francesca Mannocchi e Alessio Romenzi e prodotta da Fremantlemedia Italia e Rai Cinema.

Isis Tomorrow: i bambini e il fondamentalismo

Nelle guerre non è raro che i vinti sotterrino le armi prima di ritirarsi, che nascondano arsenali in attesa di tempi migliori. Le armi che l’Isis ha lasciato in eredità per il futuro sono centinaia di migliaia di bambini educati alla violenza e al martirio. Per l’Isis i bambini sono l’arma più efficace per portare nel futuro l’idea di un Califfato universale: creare un mondo diviso a metà, da un lato i jihadisti e dall’altro lato gli infedeli da sterminare. Solo a Mosul, nei tre anni di occupazione dello Stato Islamico, hanno vissuto 500mila minori.

La complessità del dopoguerra in un territorio martoriato

Isis, Tomorrow ripercorre i mesi di guerra attraverso le voci dei figli dei miliziani addestrati a diventare kamikaze, ma anche delle loro vittime e di chi li ha combattuti. Oggi i figli dei combattenti sono bambini che portano sulle spalle il peso di essere stati educati a uccidere i propri vicini e far sopravvivere l’ideologia per farla rinascere dalle ceneri dei padri. Isis, Tomorrow segue i destini delle famiglie sopravvissute ai combattenti nella complessità del dopoguerra in cui il sangue della battaglia lascia spazio alle vendette e alle ritorsioni quotidiane, alla violenza come sola risposta alla violenza. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.