Gruppo disabilità Faenza: donati 2.400 euro all’Ausl Romagna

Un segnale di solidarietà e vicinanza arriva anche da alcune associazioni faentine per la lotta al Coronavirus. In questi giorni Anffas, Autismo Faenza, A Mani Libere, “Si stare insieme” Anmic e Grd attraverso i presidenti e a nome di tutte le famiglie rappresentate hanno deciso di devolvere agli ospedali di Ravenna, Lugo e Faenza, in virtù dell’emergenza Coronavirus, una parte di quanto raccolto nella campagna Calendario 2020 “Ci vuole un albero”. Iniziativa che ha permesso di raccogliere 51mila euro in totale. Risorse che hanno permesso di finanziare i due progetti «la Bottega della Loggetta» e «La Chiocciola».

Il Gruppo disabilità Faenza riunisce 6 associazioni del territorio

Nello specifico 230 ore per il sostegno per lo sviluppo delle autonomie e delle abilità sociali e 500 ore per il sostegno per il miglioramento delle capacità comunicative. A questo si aggiunge anche il finanziamento elargito per l’emergenza Coronavirus. Si tratta di di 2.400 euro complessivi, suddivisi pariteticamente fra i tre ospedali di Ravenna, Faenza e Lugo, finalizzati all’acquisto di presìdi di protezione individuale. «Ci troviamo di fronte a una emergenza inimmaginabile – affermano nella lettera inviata all’Ausl le realtà associative faentine – e le nostre famiglie desiderano essere vicine a chi si trova quotidianamente a fronteggiarla. Il nostro ringraziamento – concludono le associazioni – va a tutti gli operatori del sistema sanitario che stanno lavorando senza sosta, con un cuore davvero grande».

Samuele Marchi

Giornalista, sono nato a Faenza e dopo la laurea in Lettere all’Università di Bologna frequento il master in 'Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali' dell’Università di Venezia/Scuola Holden. Ho collaborato con diverse testate locali e nazionali come Veneto Economia, Alto Adige Innovazione, Cortina Ski 2021, Il Piccolo, Faenza Web Tv. Ho partecipato all'organizzazione del congresso nazionale Aiga 2015 e del Padova Innovation Day. Nel 2016 ho pubblicato il libro “Un viaggio (e ritorno) nei Canti Orfici” (Carta Bianca editore) dedicato al poeta Dino Campana. Amo i cappelletti, tifo Lazio e, come facendo un puzzle, cerco di dare un senso alle cose che mi accadono attorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.