Giovani: dalla Regione quasi 30mila euro per i progetti della provincia di Ravenna

La Regione Emilia-Romagna ha pubblicato la graduatoria per l’assegnazione di quasi 425mila euro destinati a progetti di valenza regionale e territoriale dedicati a preadolescenti e adolescenti.

Rontini: “Fondi per sette iniziative per adolescenti e preadolescenti”

“In Provincia di Ravenna arrivano così circa 28mila euro. Sono sette in totale i progetti a valenza territoriale che ricevono un contributo. A presentarli sono state cooperative sociali, l’Arcidiocesi, organizzazioni di volontariato e gli scout. Tutte iniziative lodevoli rivolte alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi, coinvolti in esperienze formative, educative e di condivisione con loro coetanei” riporta la consigliera regionale faentina Manuela Rontini. “Oggi, dopo due anni in cui la loro vita è stata stravolta dalla pandemia e dalle regole e distanze che questa ci ha imposto, i giovanissimi hanno più che mai bisogno di attenzione e di idee che li mettano al centro. – commenta la consigliera democratica – Da sempre, la Regione Emilia-Romagna sostiene le realtà del territorio che realizzano progetti mirati al protagonismo degli adolescenti, in una particolarissima fase della loro crescita. Crediamo sia la strada giusta, da continuare a percorrere”.

I progetti finanziati

Elenchiamo qui di seguito i progetti oggetto di finanziamento dalla Regione e quanto è stato stanziato.

  • Resilienti e contenti”, Arcidiocesi di Ravenna e Cervia, 7.350 euro
  • “Scuola bottega”, Cooperativa sociale Il Faro, 6.452,49 euro
  • Imparo, conosco, partecipo”, Consorzio Selenia soc. cooperativa sociale, 1.350 euro
  • Come together”, Together associazione Tozzi green ODV, 1.350 euro
  • Uno per tutti, tutti per uno”, Cooperativa sociale Educare Insieme, 3.456,27 euro
  • “La scuola in bottega, torniamo in campo”, Sacra Famiglia soc. cooperativa sociale, 3.252,97 euro
  • “100 anni di scoutismo a Faenza”, Agesci Gruppo Faenza 1, 2.358,45 euro

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna e qui continuo a studiare Italianistica. In attesa di tornare in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.