Giorgio Calcaterra fa 11: la 100 km del Passatore è ancora sua

E alla fine sono undici, come le vittorie in Champions del Real Madrid e non a caso i due successi sportivi sono arrivati  la stessa sera, sabato 28 maggio. Giorgio Calcaterra conquista l’edizione 2016 della 100 km del Passatore. Per l’ennesima volta Piazza del Popolo di Faenza vede arrivare come primo corridore della gara l’atleta romano: sono diventati 11 i successi – tutti consecutivi – inanellati nel corso di questi anni, a partire dal 2006. Giorgio Calcaterra ha fatto registrare all’arrivo il tempo di 6 ore e 58 minuti e 13 secondi, Dopo i primi chilometri condotti a fianco dell’ucraino Evgeni Glyva, Giorgio Calcaterra è scattato al comando della gara intorno al chilometro 30 del percorso. Dietro di lui il vuoto, fino all’arrivo del bresciano Marco Ferrari (7 ore 34′ e 58”) e della croata Nikolina Sustic (7 ore 40′ e 39”): per lei si tratta di un’impresa storica, si tratta infatti della prima donna a finire sul podio assoluto del ‘Passatore’. Primo faentino a terminare la corsa è invece stato Mirco Gurioli, giunto sesto in classifica generale.

Chi è Giorgio Calcaterra

Nato a Roma nel 1972, a soli 10 anni, il 14 marzo del 1982 partecipa alla sua prima gara, la stracittadina della Maratona di Roma. Nel 1990, a 18 anni, partecipa alla Maratona di Roma completandola in 3 ore e 29 minuti. E’ la prima tappa di una carriera porterà nel corso degli anni Giorgio Calcaterra a disputare una serie di partecipazioni che lo rendono uno dei podisti di maggior a livello mondiale in termini di partecipazioni e distanze complessive percorse.

Tra il 1998 ed il 2008 disputa ben 175 maratone di cui ben 31 solo nel 2004. Nel 2000 oltre a stabilire il suo personale sulla distanza (2:13:15), stabilisce il record Mondiale di Maratone corse in un anno sotto le 2:20:00 (16 le gare disputate), ricevendo per questo un prestigioso riconoscimento dalla rivista specializzata americana Runner’s World. La prima volta di Calcaterra e la 100 km del Passatore avviene nel 2006, dove vince in 6 ore e 45 minuti conquistando il titolo italiano di 100 km. E’ solo l’inizio: continuerà a detenere questo titolo per i 10 anni successivi fino al 2015. Pardon, da oggi 2016.

Rispondi