Frogstock 2018: la kermesse musicale di Riolo Terme fa 25

Torna puntuale a fine agosto l’appuntamento con Frogstock, il festival di Riolo Terme che giunge quest’anno alla sua venticinquesima edizione. Protagonista sarà come di consueto la musica che risuonerà dal 22 al 25 agosto nel Parco Fluviale cittadino a partire dalle ore 19.00. The Zen Circus e I Ministri tra i nomi in line up annunciati dal Clips Rag & Rock e la Pro Loco di Riolo Terme, in collaborazione con Romagna Concerti. A fare da cornice gli immancabili RistoRock con delizie romagnole e il Rock Camp, campeggio gratuito allestito dai volontari della Protezione Civile di Riolo Terme. Presente anche uno spazio per i più piccoli in collaborazione con Zerocento.

Il calendario della quattro giorni di Frogstock 2018

Mercoledì 22 agosto si parte con Eugenio in Via Di Gioia dopo le esibizioni dei locali Colimbo, e Giulio Wilson. A seguire il DJ set affidato a Unità Viniliche. La serata si avvale per il quarto anno consecutivo del supporto della Sezione Giovani dell’Avis Provinciale di Ravenna e dell’Avis della Regione Emilia-Romagna, al fine di promuovere la cultura della solidarietà tra i giovani e ricordare un grande amico. Si prosegue poi giovedì 23 agosto con l’alternative-indie de Le Frequenze di Tesla e con il rock dei KUF che culminerà con lo spettacolo degli Zen Circus. After Show presso il Joker Disco Bar a cura di di DJ Piccio e DJ MalvaVenerdì 24 agosto a rompere il ghiaccio saranno i giovani rapper Blitz & Shuttle, seguiti dalla funk-rap band Funky Awesome Crew che si esibiranno prima del concerto underground di MezzoSangue. In chiusura l’eclettico DJ Zanzu aka Madj che scalderà il Joker con musica Hip Hop del golden age con il supporto del mitico DJ Malva. Infine, sabato 25 agosto sarà la volta dei Marrano, a seguire i Celeb Car Crash e i milanesi i Ministri. Chiudono le danze DJ Massimo Volti ed Dj Iacopo Battilani.

Gli headliner: il nu-folk inglese degli Eugenio in Via di Gioia

Band torinese, nasce come busker nel 2012 ed è composta da Eugenio Casaro (chitarrista e cantante) Emanuele Via (tastierista), Paolo Di Gioia (batterista) e Lorenzo Federici (bassista). Nel marzo 2015 partecipano alla compilation “Sotto il Cielo di Fred” in compagnia di Brunori Sas, Dente, Perturbazione e molti altri. Sempre nel 2015 esce il loro video “Non Ancora” che li fa conoscere al pubblico in un tour che registra il sold out all’Hiroshima di Torino. Un disco ed un live che partono dalla strada e dalla tradizione delle balere, dello swing e del folk italiano fino ad arrivare al nu-folk inglese di questi ultimi anni, reinterpretando la tradizione e rivestendola di un realismo che legge con amara allegria i nostri tempi. Nell’Aprile del 2017 arriva il secondo album “Tutti su per terra” il cui titolo sottolinea le contraddizioni del mondo che ci circondano.

Il rock indipendente degli Zen Circus

La band nasce a Pisa nel 1994, riportando lo spirito padre del folk e del punk al moderno cantautorato con “Andate Tutti Affanculo” (2009).  Composto da Andrea Appino, Karim Qqru, Massimiliano “Ufo” Schiavelli e Francesco Pellegrini, il gruppo ha dieci album ed un Ep all’attivo, venti anni di onorata carriera ed oltre mille concerti. Precedentemente la band ha collaborato con tre mostri sacri dell’alternative americano, come Violent Femmes, Pixies e Talking Heads in Villa Inferno (2008). Oggi più che mai il gruppo si conferma come una certezza del rock indipendente Italiano, portabandiera della musica libera da vincoli. Con l’album “La Terza Guerra Mondiale” (2016) hanno superato tutti i loro record, incluso il tour più lungo della loro carriera: 66 date in tutta Italia. Il 2 marzo 2018 esce il nuovo disco “Il fuoco in una stanza” che affronta e sviscera i rapporti affettivi che segnano la nostra esistenza.

Il Rap underground di Mezzosangue

Esordisce il 1° luglio 2012 con un video su YouTube, per partecipare al “Capitan Futuro Rap Contest” e il suo passamontagna lo farà da subito riconoscere al grande pubblico. Lo stesso anno viene alla luce il suo primo lavoro, “Musica Cicatrene Mixtape” che diventa un riferimento dell’underground emergente. Nel 2014 l’album “Soul of a Supertramp” diventa virale nella comunità rap italiana. Il nuovo doppio album “Tree – Roots & Crown” ha molti riferimenti alla numerologia, quale tratto stilistico suo distintivo, risultando un’alternativa alla direzione musicale del panorama rap attuale. Le sue produzioni sono caratterizzate da arrangiamenti e composizioni registrati in studio, unendo alle sonorità del rock più classico uno sperimentale stile crossover.

Il rock impegnato de I Ministri a chiudere il festival

I Ministri (Davide “Divi” Autelitano, Federico Dragogna e Michele Esposito) fanno il loro ingresso nel panorama musicale italiano nell’autunno del 2006 con il loro esordio autoprodotto “I Soldi Sono Finiti”. Sin da subito, rappresentano un’anomalia rock in un panorama ormai dominato da hip hop e musica elettronica. L’originale e ironica copertina (che contiene una vera moneta da un euro) fa parlare di loro oltre i confini della scena indipendente. Nel 2009 arriva “Tempi Bui”, l’album che li consacra a livello nazionale. Il quarto capitolo in studio, “Per Un Passato Migliore”, è un ritorno alle loro radici più elettriche, e i singoli tratti dall’album “Comunque, Spingere” e “Una Palude” conquistano un pubblico sempre crescente, anche oltre i confini italiani. Nel 2015 pubblicano “Cultura Generale”, che li farà partire per un nuovo tour che farà registrare il tutto esaurito nei superclub italiani. “Fidatevi” è il loro sesto album, uscito lo scorso marzo 2018.

 

L’evento è patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna, dalla Provincia di Ravenna e dal Comune di Riolo Terme, in collaborazione con Imola Faenza Tourism company.  Grazie alla presenza del Ser.T di Faenza sarà possibile effettuare un controllo gratuito del tasso alcolemico per potersi poi mettere alla guida in modo responsabile. Ingresso gratuito.

Per info: Frogstock Festival 2018 è presente sul web attraverso i maggiori social network (Facebook, Instagram, e Twitter)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.