Il capitano dei Carabinieri, Cristiano Marella, lascerà Faenza

Dopo cinque anni di attività sul territorio, il capitano dei Carabinieri, Cristiano Marella, lascerà a settembre la Compagnia di Faenza. Un addio che ha suscitato diverse reazioni a causa dell’importante lavoro svolto da Marella in questi anni. «Che il trasferimento del capitano dei Carabiniari di Faenza Cristiano Marella fosse nell’aria era noto – afferma il sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi – Prima di oggi (giovedì 21 giugno, ndr) ne avevamo parlato insieme anche una settimana fa. Dispiace che ciò avverrà in tempi più brevi di quanto sperato. D’altra parte siamo lieti che l’esperienza maturata a Faenza abbia potuto contribuire alla sua crescita professionale».

«Anche a nome della comunità faentina – conclude il primo cittadino – dico fin d’ora, grazie di cuore al capitano Marella per lo straordinario impegno dimostrato in questi cinque anni e per i grandi risultati ottenuti sul campo, frutto di capacità operative non comuni».

La Lega propone la cittadinanza onoraria per Cristiano Marella

Dalla Lega arriva la proposta della cittadinanza onoraria. «Visto che siamo venuti a conoscenza del fatto che a settembre il capitano Cristiano Marella lascerà la Compagnia dei Carabinieri di Faenza, abbiamo pensato di chiedere al sindaco e alla giunta di conferirgli la cittadinanza onoraria manfreda per i grandi risultati ottenuti da lui e dalla sua Compagnia sotto la sua guida» spiega la nota stampa della sezione della Lega Nord di Faenza, firmata dal segretario comunale Andrea Liverani e dai consiglieri comunali Padovani, Berti, Tavazzani e Fantinelli. Che proseguono: «Il capitano Marella è riuscito nei suoi cinque anni di mandato a farsi rispettare e a far crescere la fiducia dei faentini nei confronti del corpo dei Carabinieri. Le sue indagini, i suoi metodi di azione e la costante presenza sul territorio, hanno fatto di lui un punto fisso per tutta la cittadinanza. La sua partenza lascerà un grande vuoto e ci sembra il caso che il Comune, davanti ai grandi risultati da lui ottenuti, lo gratifichi concedendogli la cittadinanza onoraria».

«Marella – prosegue la nota – è riuscito a combattere su tanti fronti, la lotta alla droga (vogliamo ricordare il sequestro di 100 chili di hashish nel 2016), ai furti e alle estorsioni. Ultimo in ordine di tempo l’arresto dei componenti della “banda dell’oro” che da lungo tempo compiva furti nelle abitazioni del territorio. Inoltre è riuscito, attraverso la vicinanza di tutti i ragazzi della sua Compagnia alla cittadinanza, a rendere più stretto e fiduciario il rapporto fra Forze dell’Ordine e cittadini». Concludono gli esponenti leghisti: «Speriamo che la maggioranza sposi la nostra idea, e valuti positivamente il conferimento della cittadinanza onoraria al capitano. In un periodo di insicurezza generale, Marella è stato come un faro per tanti faentini. Il suo lavoro sarà ricordato a lungo, e per questo motivo si merita un grande riconoscimento cittadino».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.