Cisa Faenza: i sindacati incontreranno la direzione per capire il futuro dell’azienda

Il prossimo 18 febbraio 2019 le organizzazioni sindacali Fiom, Fim, Uilm e Ugl, degli stabilimenti di Faenza e Monsampolo del Tronto, incontreranno la direzione aziendale di Cisa Allegion. La parte sindacale si aspetta che vengano presentate in questa occasione, le linee di indirizzo di sviluppo economico per i prossimi anni. Questo tipo di incontro, normalmente con cadenza annuale, è il primo dopo il piano di ristrutturazione del 2015 che ha comportato la perdita di 126 posti di lavoro nello stabilimento di Faenza. I sindacati, che hanno richiesto l’incontro, porteranno alla direzione altresì le istanze e lo stato d’animo delle lavoratrici e dei lavoratori.

Dopo il piano di ristrutturazione 2015, 26 posti di lavoro in meno: ora si chiedono certezze

Permane, infatti, una forte preoccupazione per il futuro del sito faentino, visto l’andamento del mercato e le diverse difficoltà incontrate dall’azienda nell’attuazione del piano di ristrutturazione. Queste preoccupazioni hanno portato Rsu e sindacati a effettuare due tornate di assemblee di ascolto e confronto nel mese di gennaio con tutti i lavoratori. I sindacati ribadiscono l’impegno e i sacrifici delle lavoratrici e dei lavoratori Cisa in questi anni, e si aspettano che “nei piani della multinazionale venga portato avanti la parte dell’accordo ministeriale nella quale la direzione Cisa ha assicurato il futuro, con innovazione e nuove lavorazioni ad alto valore aggiunto”.

Cisa: quasi un secolo di storia. Ma il futuro?

Cisa nasce a Firenze da Luigi Bucci e Pina Dell’Agnello grazie al brevetto della serratura elettrocomandata. Dopo la seconda guerra mondiale lo stabilimento si sposta a Faenza. Negli anni ’70 nasce lo stabilimento di Monsampolo (AP), centro di eccellenza per lo sviluppo di chiavi e cilindri. Per tutti gli anni ’90 continua la crescita internazionale con la costituzione di una società commerciale nel Regno Unito e di nuove società in Sud Africa e Singapore. Viene acquisito il Gruppo francese Bricard e il Museo della serratura Bricard a Parigi (foto a fianco). Dal 2 dicembre 2013 Cisa è diventata parte del nuovo gruppo Allegion, che comprende marchi internazionali nel settore della tecnologia della sicurezza.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.