Gemos Rossini, il bilancio dei primi 12 mesi: passati da 15 a 28 dipendenti

Tredici dipendenti assunti in 12 mesi. A un anno esatto dall’inaugurazione, Gemos è pronta per stilare un bilancio del primo anno di attività nel centro storico faentino: «Oltre a dare continuità al servizio di self service in pausa pranzo, con l’esperienza di Bistrò Rossini Caffè e Ristorante siamo riusciti ad incrementare con successo anche le attività di bar e ristorazione serale» spiegano da Gemos. I buoni risultati ottenuti dal multiforme locale di piazza del Popolo sono testimoniati anche dai dati occupazionali che, in soli 12 mesi, hanno visto un incremento di quasi il 90%: «Siamo passati dai 15 dipendenti del 2016 ai 28 di oggi – evidenziano dalla cooperativa di ristorazione -. Una crescita motivata dalla frenetica attività del bar ma anche dal graduale consolidamento del servizio di ristorazione che, negli ultimi mesi, ha rafforzato la propria identità di ristorante specializzato nella preparazione di piatti di pesce di alta qualità andando a colmare un vuoto nella ristorazione del centro storico della città».

Giovedì 13 luglio si è festeggiato il primo anno del Bistrò Rossini

Ed è stata una serata dedicata allo «Street fish food» a celebrare il primo compleanno di Bistrò Rossini che si è svolto giovedì 12 luglio 2017 in una piazza del Popolo allestita per l’occasione e accompagnata da musica dal vivo: «Quella delle serate a tema con musica anche dal vivo, è una delle caratteristiche del nuovo locale – continuano da Gemos -. In questi 12 mesi di attività infatti, abbiamo cercato di specializzarci nell’organizzazione di eventi – sia privati che pubblici – e di puntare molto su con DJ set
Ampio spazio è poi destinato all’affinamento del servizio di ristorante che, sin dall’inizio, è affidato a uno chef specializzato anche in preparazioni di pesce: «Il ristorante di Bistrò Rossini è aperto tutte le sere dal giovedì alla domenica e nel week end anche a pranzo – concludono da Gemos -. Quando abbiamo scelto lo chef sapevamo di poter contare su di un professionista preparato e oggi, a un anno da quella scelta, il nuovo ristorante è divenuto un punto di riferimento nel centro storico faentino».

Rispondi