Andrea Baccarini (Rekico Faenza): “Puntiamo al 4° posto”

La pausa del campionato non può che fare bene alla Rekico Faenza per prepararsi al rush finale del campionato dove cercherà di entrare nelle prime quattro, il grande obiettivo della stagione, iniziando la sua corsa dall’attuale quinto posto in coabitazione con Vicenza. La squadra si allenerà fino a giovedì a pieno ritmo, poi avrà tre giorni di riposo e da lunedì inizierà a preparare la trasferta di sabato 10 marzo a Pisogne (ore 21) in casa dell’Iseo Serrature Costa Volpino, prima di sei sfide decisive per scalare posizioni in classifica.

«Siamo pronti per affrontare al meglio l’ultimo mese e mezzo di campionato – afferma il general manager Andrea Baccarini – e la vittoria con Vicenza ha dimostrato che ci siamo lasciati alle spalle il piccolo momento di flessione. Abbiamo vinto una partita difficile con una grande prova del collettivo dove abbiamo mandato in doppia cifra ben sei giocatori. Ora dobbiamo continuare a lavorare per limitare gli alti e bassi durante le partite, per avere una continuità di rendimento nell’arco dei quaranta minuti».

Andrea Baccarini: “Tutto dipende da noi”

Come reputa la stagione della Rekico?

“Siamo in corsa per il nostro obiettivo che è quello di entrare nelle prime quattro per avere il primo turno di play off con il fattore campo a favore, ma credo che possiamo dare ancora di più. Mi rendo conto che siamo esigenti nei confronti della squadra, ma deve essere uno stimolo per migliorarsi giorno dopo giorno. Crediamo molto nel gruppo di giocatori che abbiamo costruito in estate e infatti non abbiamo ritenuto ci fosse bisogno di rinforzarlo con nuovi innesti. L’attuale organico può arrivare in alto”.

Dopo la trasferta sul campo di Costa Volpino ci sarà il derby casalingo con Lugo, la trasferta a Bernareggio, il match interno con Olginate e il viaggio a Desio prima di chiudere al PalaCattani con Crema. Come giudica il vostro calendario?

“All’andata sfruttammo al meglio queste partite vincendone cinque e perdendo solo a Crema dopo essere stati a lungo avanti, ma adesso sarà più difficile, perché tutte le squadre lottano per un obiettivo. Nelle ultime settimane ci sono sempre state sorprese nei risultati e sarà così fino alla fine. La stagione ha dimostrato che tutto dipende da noi stessi: possiamo vincere partite come quella a Forlì o fare rimonte incredibili come con Piacenza, ma anche perde incontri alla portata. Con concentrazione e determinazione possiamo toglierci ancora delle soddisfazioni”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.