Il 25 aprile in scena la 50 km di Romagna, previsti oltre 2.500 partecipanti

La classica ultramaratona 50 km di Romagna è sempre in crescita ed in cerca di rinnovamento e collaborazioni. La gara si svolgerà mercoledì 25 aprile 2018 ed è organizzata dalla Podistica Avis, in collaborazione con Pro Loco e Protezione Civile, tocca quattro dei sei Comuni dell’Unione Romagna Faentina, collegando i borghi medievali di Riolo Terme, Casola Valsenio e Brisighella, dai quali attinge la collaborazione di tante Associazioni di volontariato. La condivisione d’intenti e le sinergie, sempre più crescenti sono stati il leitmotiv degli interventi istituzionali, convinti che in futuro il trend sarà in crescendo, vista le esigue disponibilità economiche. Parole di speranze però sono venute dai due consiglieri regionali presenti alla conferenza stampa – Bessi e Rontini – che operano nell’ambito della nuova Legge per lo sport, perché dai fondi stanziati per ristrutturazioni, attività e promozione giovanile, il mondo del podismo romagnolo, attivo da 50 anni, ha dimostrato di avere i meriti per poterne attingere.

50 km di Romagna: il percorso

La partenza da Piazza Bernardi di Castel Bolognese è fissata per le 8.30 ed il percorso nella prima parte lungo la Casolana è prevalentemente in salita, sino al gpm di Monte Albano (una scalata che da Casola Valsenio per 5 km vanta un dislivello di 265 metri). Dal trentesimo finalmente ci si godrà il panorama della discesa verso Zattaglia, ma il successivo tratto in direzione Villa Vezzano (41° km) presenta ancora alcuni strappi degni di nota. Poi finalmente la pianura dopo Tebano, ma le forze saranno al lumicino. Alle 9.30 invece scatteranno le camminate ludico motorie di km 2,5 ed 11, ma anche la riproposizione della corsa dei ragazzi, proposta dall’Associazione Genitori, che ogni giorno accompagnano i ragazzi alle Scuole con il metodo Piedibus. In totale si spera di superare le 2.500 presenze (800 sono già i preiscritti agonisti), grazie alle omologazioni dei calendari territoriali Endas Scarpaza e Podistico Ravennate. La supervisione invece sarà della Fidal e della Iuta, che l’hanno inserita nei loro calendari Internazionali. Mauro Laghi, Presidente della Podistica Avis Castel Bolognese, ha ringraziato tutti coloro che prestano servizio gratuitamente (sono stimati in 400), e gli sponsor principali che si sono confermati il Bcc Credito Cooperativo Romagna Occidentale, Saucony, Prink, Caffè Poli ai quali si sono aggiunti Groupama Assicurazioni, VetroCar, Kiron e Pichetti Fustelle.

Il favorito è il campione in carica Tariq Bamaarouf

Infine Riccardo Giannoni, direttore tecnico dell’evento, ha svelato la t-shirt e la medaglia ufficiale che verranno distribuiti a tutti i finisher, e anche i nomi dei favoriti alla vittoria. In campo maschile si riproporrà lo stesso podio marocchino (per lo Stato africano è un dominio da sei anni) del 2017, con Tariq Bamaarouf, il campione in carica; Youness Zitouni, a caccia del tris dopo l’oro nelle 42 km di Ravenna e Russi, e Mohamed Hajjy (4 allori qui), che però da dodici mesi ha il passaporto italiano, foriero anche del Tricolore Fidal della distanza. Da seguire anche Yassine Kabbouri, recordman del percorso (2.51’12”) insieme a Sbaai, il ruandese Jean Baptiste Simukeka, l’ucraino Evgeni Glyva ed il ceko Daniel Oralek (primo nel 2008). Tra gli italiani nativi da seguire il reggiano Andrea Zambelli e il fresco Campione Italiano di 100 km, il rocchigiano Matteo Lucchese. Nel settore rosa, in attesa dei botti dell’ultima ora, si fanno preferire le croate Marija Vrajic, regina nel biennio 2015-16, Nikolina Sustic, primatista della “100 Km del Passatore”, incalzate dall’umbra Silvia Tamburi.

Rispondi