Tari: Andrea Liverani chiede spiegazioni sull’anticipo del pagamento di agosto

«Per quale motivo a Faenza, non appena si apre la busta contenente il bollettino per il pagamento della Tari, ci si rende conto che si deve pagare anche il mese di agosto nonostante la scadenza sia a luglio? Da quando paghiamo anticipatamente per servizi non ancora erogati?» questa è la domanda che si pone il segretario faentino della Lega Andrea Liverani.

L’esponente della Lega chiede spiegazioni al Comune

«Sappiamo già bene che i cittadini hanno tantissime difficoltà economiche fra crisi economiche, tasse e altre spese. Non ci pare corretto che si debba pagare in anticipo per un servizio comunale non ancora effettuato» Spiega Liverani: «Dopo alcune segnalazioni abbiamo verificato che la scadenza per il pagamento della Tari sia il 31 luglio, ma allo stesso tempo, in “bolletta” si può leggere che il servizio che si va a pagare calcola il periodo fino al 31 agosto. Il Comune batte cassa e pretende che si paghi in anticipo a quanto pare».

Conclude il leghista: «Abbiamo verificato, nonostante Hera e il Comune si rimpallassero la responsabilità della data di scadenza e del periodo di calcolo della rata, la responsabilità pare sia tutta del Comune. Avremmo piacere che qualcuno in Giunta spiegasse ai cittadini e alle tante aziende il perché debbano pagare in anticipo per un servizio non ancora erogato».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.