Dal Mei Faenza al podio di Sanremo 2018: da Ermal Meta a Mirkoeilcane

Il Festival di Sanremo 2018 ha portato alla vittoria il percorso degli artisti indipendenti premiati al Mei – Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza, la storica kermesse sulla nuova musica italiana, che ogni anno raduna tutti i suoi protagonisti su tantissimi palchi e spazi, raccogliendo oltre 30mila presenze dando spazio maggiormente ai nuovi talenti emergenti provenienti dalle indies e dai festival di tutta Italia. Tra gli artisti arrivati sul podio, infatti, troviamo Ermal Meta, vincitore con Fabrizio Moro del Sanremo 2018 con “Non ci avete fatto niente”. Ermal Meta era stato premiato al Mei nel 2006 con il progetto Ameba 4 insieme a Demo di Radio Rai Uno e poi nel 2011 con La Fame di Camilla e ancora nel 2017 insieme a Radio Rai Live, mentre lo stesso Fabrizio Moro fu premiato al Mei nel 2007. Ermal Meta ha raccontato i suoi esordi, legati al Mei di Faenza, all’ultima edizione del meeting faentino parlandone con gli studenti delle scuole medie superiori in un incontro partecipato e pieno di poesia.

Video: incontro tra Ermal Meta e gli studenti dell’istituto Persolino-Strocchi di Faenza

Oltre ai vincitori Ermal Meta – Fabrizio Moro, premiati al Mei Faenza anche mirkoeilcane e Lo Stato Sociale

Mirkoeilcane, secondo tra i giovani, vera sorpresa del Festival di Sanremo, per il suo straordinario testo di “Stiamo tutti bene” ha vinto al Mei 2017 il contest iLiveMusic con Apptoyou che gli ha permesso di aprire la manifestazione faentina sul palco centrale a settembre scorso e di essere ospite alla prima edizione di MEIllennials, il festival dei giovanissimi artisti emergenti a cura del MEI tenutosi a Roma a fine anno.. Infine, sul podio anche Lo Stato Sociale premiato ai suoi esordi al MEI nel 2012 e vincitori quest’anno della Targa Mei per avere rappresentato gli indipendenti a Sanremo 2018 .

Numerosi artisti indie presenti a Sanremo 2018

«L’edizione 2018 del Festival di Sanremo – afferma Giordano Sangiorgi, patron del Mei – ha aperto finalmente del tutto le porte, grazie alla direzione artistica di Claudio Baglioni e allo staff della Rai per Sanremo diretto da Claudio Fasulo, ai percorsi musicali originali indipendenti ed emergenti del nostro Paese premiando la piena maturità di tale scena oggi pilastro fondante della kermesse dei fiori e delle nuove classifiche musicali fisiche, streaming e live. Sono infatti circa la metà quest’anno gli artisti indipendenti ed emergenti presenti a Sanremo in rappresentanza di un settore che rappresenta in Italia circa il 40% del mercato».

Giordano Sangiorgi (Mei): “Il festival di Sanremo ha colto il cambiamento”

«Va dato atto al Festival di Sanremo 2018 – prosegue Sangiorgi – di avere colto questo importante segnale di cambiamento e dato ampio spazio a quegli artisti e a quelle piccole etichette discografiche indipendenti che ogni giorno, al di fuori dei grandi circuiti mediatici del mainstream, investono nella produzione culturale musicale originale, inedita e innovativa dando cosi un futuro certo, con grande impegno e costanza quotidiane, alla musica del futuro del nostro paese e al suo indispensabile ricambio generazionale e portando al successo tanti nuovi artisti delle nuove generazioni. Un percorso che vede nella piattaforma del Mei uno spazio fondamentale di incontro che tornerà per la sua ventiquattresima edizione dal 28 al 30 settembre a Faenza, nel cuore della Romagna».
.

Rispondi