Rievocazioni storiche: approvata dalla Commissione regionale la concessione di contributi per il 2017

Giornata positiva quella di oggi 27 luglio per le associazioni di rievocazione storica, impegnate nella realizzazione di progetti di conservazione e restauro del patrimonio costumistico e delle attrezzature. La Commissione Cultura, Scuola, Formazione, Lavoro, Sport e Legalità della Regione Emilia Romagna si è espressa infatti con parere favorevole al bando regionale per la concessione di contributi per l’anno 2017.

 

30 settembre la data entro cui sarà possibile presentare la domanda

La Commissione si è espressa favorevolmente dopo due giornate in Aula. Un risultato importante per tutte le manifestazioni storiche della Regione mantenute attive grazie all’impegno di associazioni, volontari e appassionati che dedicano il loro tempo affinché la valorizzazione culturale del territorio possa passare anche attraverso le sue radici storiche. Il bando in questione sarà deliberato in Giunta e poi pubblicato la prossima settimana. Dopodiché, sarà possibile per le associazioni presentare domanda fino al 30 settembre per ottenere un contributo alla propria attività. 150mila euro l’importo messo a disposizione dalla Regione. Nel frattempo, la Commissione sta già lavorando al secondo bando dedicato alle manifestazioni, che verrà discusso nel 2018.

 

Niballo 2017: negativi tutti gli esami antidoping

Sempre in tema di rievocazioni storiche, buone notizie arrivano sempre oggi per la rievocazione storica faentina del Niballo Palio di Faenza. Confermati, dopo i controlli antidoping effettuati sui cavalli, i risultati delle due giostre di quest’anno. La prassi prevede infatti che il Comune di Faenza si prenda carico di tutti gli adempimenti relativi ai controlli antidoping nei giorni seguenti alle manifestazioni del Niballo, in applicazione dell’apposita delibera della Giunta regionale dell’Emilia-Romagna, “Indicazioni tecniche in attuazione della L.R. 5/2005 in materia di controllo delle sostanze ad azione dopante nelle gare con equidi o altri ungulati nel corso di manifestazioni popolari”.

Questo rassicurante risultato sul benessere degli animali impiegati nelle competizioni faentine conferma l’attenzione e la cura dell’organizzazione nelle manifestazioni del Niballo. Nella sua nota, il Comune di Faenza rinnova l’apprezzamento per il buon lavoro svolto sia dalle scuderie rionali che dalla Commissione sanitaria, che vede la partecipazione del Dipartimento Veterinario dell’Università di Bologna e dell’Ausl provinciale.

 

Rispondi