Naso d’argento: il 5 febbraio al Masini la favola che educa contro la bugia

Per la rassegna Favole del Teatro Masini di Faenza, domenica 5 febbraio alle ore 16 è di scena Naso d’Argento, spettacolo della giovane formazione Progetto g.g. prodotto da Accademia Perduta/Romagna Teatri. Una pièce che si rifà a una fiaba della tradizione popolare raccolta anche da Italo Calvino in Fiabe italiane. Scritto e interpretato da Consuelo Ghiretti e Francesca Grisenti, lo spettacolo si avvale anche dei pupazzi creati da Ilaria Comisso.

Naso d’argento: indagare la bugia e raccontarlo ai più piccoli

La storia è incentrata sulla figura del cattivo. E dal cattivo arriva la meraviglia della bugia. La bugia è quella raccontata dal cattivo. Ma la bugia è anche quella raccontata da chi si deve salvare. Comunque di bugia si tratta. Illusione. Giuramento. Patto rotto. Tradimento. Inganno. Sogno. Desiderio. Sono alcune delle parole che si vogliono indagare. La nostra storia prende corpo attraverso gli occhi di Lucia, eroina della fiaba di Calvino, che proprio come le sue sorelle cade nell’inganno del cattivo, ma che, a differenza delle sue sorelle, riesce a svelarlo nelle sue bugie, a scoprirlo nelle sue verità, e così a mettersi nei suoi panni, raccontandogli a sua volta ciò che lui vorrebbe credere.

Lucia gioca con la sua bugia, per lasciare che il cattivo resti solo con il suo inganno, e per potersi infine salvare. Il progetto guarda alla bugia creando un incantamento. Usa la storia di Naso d’Argento per indagare il tema della bugia. L’obiettivo del progetto è raccontare. Per poi permettere di raccontare ancora. E per non caderci più. Forse. Ma per poterlo fare, c’è bisogno di crederci per davvero. Almeno per un po’. E per farlo abbiamo scelto di raccontare una fiaba popolare, “perché le fiabe sono vere, sono una spiegazione generale della vita” (Calvino). Verità e finzione, gioco e illusione, paura e meraviglia. I bambini sono maestri di tutto questo, e questa alla fine è solo una storia, una fiaba che portando in sé codici e temi che i bambini conoscono bene, permette loro di fare un’esperienza, immaginare, completare e costruire conoscenza.

Info e prenotazione Teatro Masini Faenza

Biglietti: 5 euro (adulti e bambini); gratuità per bambini 0-3 anni. La vendita dei biglietti sarà effettuata il pomeriggio di spettacolo a partire dalle ore 15 presso la biglietteria del Teatro Masini. Prenotazioni telefoniche (0546 21306) dal lunedì al venerdì dalle ore 11 alle ore 13. Prevendite on line: www.vivaticket.it Info: 0546 21306 e www.accademiaperduta.it

Francesco Ghini

Mi occupo di comunicazione, marketing sanitario e formazione. Nel 2014 ho fondato il blog online Buonsenso@Faenza. Con un passato da ricercatore e un dottorato in Medicina Molecolare, oggi collaboro con diverse aziende come consulente per la comunicazione, sviluppo di business, sviluppo della identità del brand e quale organizzatore di eventi formativi e divulgativi nazionali e internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.