Nasce Faenza 4020: il 12 dicembre primo incontro con Crosetto, Pizzarotti e Gori

Promossa dalla neonata associazione Faenza 4020, è in programma mercoledì 12 dicembre 2018, alle 20.30 nell’aula 5 del complesso ex-Salesiani di Faenza ( via san Giovanni Bosco, 1,) l’incontro “Governare il territorio, Guidare una comunità: una sfida tra quotidiano e visione, percezione e realtà, slogan e soluzioni”. A confrontarsi sull’argomento politici di caratura nazionale che porteranno le loro esperienze da amministratori, parlando della bellezza e delle difficoltà di amministrare un territorio e la sua comunità, tra sfide quotidiane e prospettive sul futuro. Ospiti della serata il deputato Guido Crosetto – già sindaco di Marene (provincia di Cuneo) dal 1990 al 2004, sottosegretario di Stato del Ministero della Difesa nel Governo Berlusconi e cofondatore del partito Fratelli d’Italia -, l’attuale sindaco di Parma Federico Pizzarotti – primo sindaco di un capoluogo di provincia del Movimento 5 Stelle, rieletto nel 2017 con una lista civica – e il primo cittadino di Bergamo Giorgio Gori, giornalista e imprenditore, prima di lanciarsi in politica alla guida della città in cui è nato.

Faenza 4020: un nuovo laboratorio di idee per la città

L’iniziativa è il primo evento pubblico organizzato da Faenza 4020, associazione che ha tra i suoi obiettivi la promozione di iniziative socio-culturali destinate a favorire e supportare lo sviluppo della città di Faenza. Nata dall’esperienza di un gruppo di amici, eterogeni per appartenenza e sensibilità politica rispetto agli schemi e le faccende politiche nazionali ma con in comune la voglia di lavorare per la propria città, l’associazione vuole essere prima di tutto un luogo di incontro, confronto ed elaborazione, in cui possano ritrovarsi tutti coloro che, con le proprie competenze e professionalità in ambito sociale, politico, culturale o istituzionale, vogliano portare un contributo di idee per la città.
Consapevoli di vivere in un territorio rigoglioso con un tessuto sociale intraprendente e volenteroso ma anche delle difficoltà che il nostro tempo ci sottopone quotidianamente, la sfida e l’ambizione sono quelle della concretezza: dar seguito al confronto di idee con proposte tangibili, credibili e realizzabili per progettare un futuro migliore lavorando fin da subito nel presente.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.