All’alberghiero di Riolo Terme si “aggiunge un posto a tavola” per i richiedenti asilo

“Aggiungi un posto a tavola” è il titolo di un percorso di inclusione scolastica rivolto ai ragazzi richiedenti protezione internazionale del territorio riolese. I soggetti coinvolti in questo progetto, che ha preso il via lunedì 22 gennaio e terminerà a giugno 2018, sono l‘Asp della Romagna Faentina, con la partecipazione di Coop. Teranga, il Comune di Riolo Terme e l’Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi. Il progetto, nasce per promuovere e sostenere un percorso di inclusione attraverso la partecipazione dei ragazzi alle lezioni di natura pratica, affiancando gli studenti dell’istituto Alberghiero Pellegrino Artusi di Riolo Terme.

A Riolo Terme 16 ragazzi profughi

Il Comune di Riolo Terme ha nel suo territorio 16 ragazzi richiedenti protezione internazionale, che vengono gestiti dalla cooperativa Teranga sotto il coordinamento dell’Asp – Azienda di Servizi alla Persona della Romagna Faentina. Promuovere il confronto con giovani di altri paesi che vivono realtà complesse, favorire l’integrazione e lo scambio culturale, rendere gli studenti protagonisti di un processo di apprendimento che li rende mediatori delle loro conoscenze e nello stesso tempo destinatari di un arricchimento umano e culturale: sono questi gli obbiettivi principali su cui si basa il percorso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.