Il faentino Matteo Leoni nella direzione nazionale Cna

Anche un faentino nella direzione nazionale di Cna: si tratta di Matteo Leoni, imprenditore faentino socio del gruppo Leoni e Casadio Group, impegnato nel settore automobilistico, eletto all’interno della direzione nazionale nel corso dell’assemblea nazionale elettiva Cna 2017. Daniele Vaccarino è stato confermato presidente della Cna Nazionale per i prossimi quattro anni. Imprenditore piemontese, dal 1987 è amministratore della Carmec, azienda metalmeccanica operante nella cintura torinese. Marianna Panebarco, imprenditrice ravennate, componente di presidenza della Cna di Ravenna, socia dell’azienda Panebarco & C., bottega multimediale per la produzione di video, cartoni animati, motion graphics, è stata eletta vicepresidente nazionale quale componente di presidenza.

“Come Cna siamo pronti ad affrontare sfide complesse”

«La nuova presidenza nazionale – sottolinea Marianna Panebarco – oltre a rappresentare bene tutte le realtà territoriali che compongono l’Associazione, vede anche la presenza di 6 donne su 14 componenti. Sono veramente felice di vivere questa esperienza e di portare la mia voce di donna e di imprenditrice. Nei prossimi anni la Cna sarà chiamata ad affrontare una serie di sfide complesse, ed è necessario rafforzare ulteriormente la capacità di raggiungere tutti i sistemi produttivi dimostrando come, oggi più che mai, i corpi intermedi siano vivi e necessari. C’è bisogno di spingere l’acceleratore sul tema Impresa 4.0 e sull’alternanza scuola/lavoro, e poi dobbiamo diventare davvero il partner numero uno delle startup in Italia, oltre ad aiutare concretamente le Pmi nei processi di digitalizzazione e internazionalizzazione».

«L’elezione di Marianna Panebarco e di Matteo Leoni – afferma il presidente territoriale della Cna, Pierpaolo Burioli – è un risultato importante per tutta la Cna di Ravenna e testimonia l’apporto, il contributo e l’impegno straordinario della nostra Associazione a sostegno dell’artigianato e delle piccole e medie imprese».

Rispondi