Maggio Faentino: nasce il contenitore di eventi del buon vivere a Faenza che racconta il territorio

Si chiama Maggio Faentino ed è un viaggio lungo un mese, alla scoperta di musica, arte, sport, cultura, ceramica ed enogastronomia sul territorio. O più semplicemente un racconto. Quello di cinque eventi che avranno luogo nel mese di maggio, che hanno scelto di fare squadra e unire le loro voci e le loro esperienze per far conoscere la realtà faentina dentro e fuori il territorio, in un continuum tra musica, arte, sport, cultura, ceramica ed enogastronomia.

 

Un percorso itinerante dalle aie alle colline, passando per il centro storico di Faenza

Una manifestazione itinerante alla scoperta di Faenza e dintorni, che inizierà a Castel Raniero con La Musica nelle Aie (10-13 maggio), per spostarsi poi nel cuore di Faenza con Distretto A Weekend (18-20 maggio) e Buongiorno Ceramica! (19-20 maggio). Infine, percorrerà gli Appennini con La 100km del Passatore (26-27 maggio) per concludersi a Brisighella con BorgoIndie (26-27 maggio). Un filo comune che lega il territorio alla passione delle persone che lo vivono e che credono nella bellezza di generare situazioni di incontro. Patrocinato dall’Unione Romagna Faentina e supportato dal Comune di Faenza, questo contenitore alla sua prima edizione si pone l’obiettivo di dare una visione di insieme delle potenzialità culturali e turistiche del territorio, capace di reinventarsi ogni anno e offrire al pubblico sempre maggiori occasioni di partecipazione e divertimento.

 

Il buon vivere e gli spazi all’aria aperta come filo conduttore dei cinque eventi in calendario

Il logo di Maggio Faentino ha un elemento grafico riconoscibile: un papavero, a simboleggiare il mese di fioritura del fiore così come i campi fioriti, la bella stagione e gli spazi aperti. Spazi aperti che saranno appunto la location principale dei cinque eventi. Un racconto del buon vivere di una Romagna ospitale che sceglie di promuovere i luoghi del suo territorio facendoli vivere in prima persona al pubblico e creando occasioni di scambio e aggregazione. Dagli spazi aperti in mezzo alla natura di Castel Raniero, passando per gli appennini e le colline di Brisighella, fino ai luoghi artistici e storici della città di Faenza e alle sue botteghe e laboratori ceramici. “Un progetto a cui pensavamo tempo” – spiega il sindaco Giovanni Malpezzi – che vuole raccontare il territorio e le sue potenzialità”.

 

Far conoscere il territorio attraverso gli eventi, i luoghi e la passione delle persone

Un insieme di “realtà e progetti che usano linguaggi e codici diversi ma accumunate dalla passione per il nostro territorio e la nostra identità” racconta il vicesindaco Massimo Isola – ma che sono allo stesso tempo anche iniziative di grande respiro (nazionale e internazionale), dove il genius loci viene espresso nel migliore dei modi”  I cinque eventi in calendario sono uniti da un fil rouge che mette il pubblico al centro e lo rende destinatario di una connessione che andrà a toccare tutti e cinque i sensi: il profumo della natura nel mese di maggio, la musica che risuona nell’aria, le bellezze artistiche della città e delle installazioni temporanee, l’elogio dell’enogastronomia e la possibilità di sperimentare la consistenza dell’argilla fra le mani. Un’esperienza a 360° che il territorio faentino ha saputo accogliere e valorizzare negli anni, e che vuole ora condividere anche con tutti coloro che non ancora non conoscono le potenzialità e i luoghi d’interesse di questa parte di Romagna.

Maggio Faentino raccoglie quindi la volontà di offrire al pubblico molteplici situazioni di condivisione e divertimento, che possano trasmettere la vivacità culturale e aggregativa del territorio e allo stesso tempo avviare un dialogo con il suo pubblico anche da un punto di vista di scoperta e valorizzazione turistica. Per maggiori info e per restare sempre aggiornati sulle ultime news, sono stati attivati i canali social @maggiofaentino (Facebook, Instagram e Twitter) e il sito www.maggiofaentino.it.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.