Le bandiere del Niballo volano fino in Cina

Nuova trasferta per il gruppo sbandieratori e musici del Palio del Niballo di Faenza, che dal 26 settembre al 5 ottobre prossimi volerà in Cina, per partecipare alla 20^ edizione del Festival internazionale del folklore di Pechino. La rappresentanza faentina, invitata dagli organizzatori a partecipare a questa prestigiosa manifestazione, è guidata da Ivan Samorì ed è composta da trenta atleti: 10 sbandieratori, 6 tamburi, 4 chiarine, 9 figuranti e un accompagnatore (dodici sono del Borgo Durbecco, otto del Gruppo Municipale, due del Rione Rosso, uno del rione Giallo, uno del Rione Nero e uno del Verde. Completano il gruppo tre sbandieratori lughesi, uno di Ferrara e uno di Forlimpopoli.

Per la prima volta gli sbandieratori del Niballo in Cina

Gli sbandieratori si esibiranno in occasione della cerimonia di apertura del Festival internazionale del folklore, lunedì 1 ottobre, e in quella di chiusura, giovedì 4 ottobre. Sono inoltre previste altre due esibizioni nella giornata di mercoledì 3 ottobre, una al mattino e una al pomeriggio. Durante la permanenza in Cina il gruppo, ospite della città di Pechino, avrà anche alcuni giorni liberi nei quali avrà modo di visitare le meraviglie della città: il tempio di Confucio, la città proibita, la famosa piazza Tienanmen e la Grande Muraglia, dove avranno l’onore di effettuare una piccola esibizione.

E’ la prima volta che gli sbandieratori faentini si esibiscono in Oriente, dopo questa tappa manca solo il continente africano poi tutto il mondo avrà potuto ammirare gli sbandieratori e i musici del Palio del Niballo di Faenza. In questi anni gli sbandieratori si sono infatti esibiti in tutta Europa, nel nord, centro e sud America, in Asia e Oceania.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.