L’Arena delle balle di paglia a Cotignola dal 13 al 19 luglio. Tra gli ospiti Ascanio Celestini

Da mercoledì 13 a martedì 19 luglio a Cotignola torna l’Arena delle balle di paglia, che giunge quest’anno alla quattordicesima edizione. Sette giorni di appuntamenti decorati dal giallo della paglia, circondati da installazioni d'arte di terra e di fiume, con l’accoglienza e l’ospitalità della Romagna contadina, dove il fiume Senio incontra il Canale emiliano romagnolo. Tra gli ospiti, l’orchestra Casadei, Ascanio Celestini, Slavi bravissime persone

“Il canto del Senio” è il tema scelto

«Il canto del Senio» è il tema scelto quest’anno, e in effetti l’acqua giocherà un ruolo fondamentale: non solo per l’importanza di questa risorsa, quanto mai attuale in questa estate siccitosa, ma anche per celebrare il sodalizio tra Primola Cotignola e il Consorzio per il canale emiliano romagnolo, proprietario dell’area in cui si svolge l’Arena, nel
centesimo anniversario del Congresso nazionale delle bonifiche. Dopo la prima serata dell’Arena, mercoledì 13 luglio, nella quale i visitatori non hanno potuto godere dell’Arena per godere del posto senza aggiunte. Successivamente, ogni serata avrà un costo d’ingresso differente, in base agli appuntamenti in calendario: Tra gli appuntamenti principali, giovedì 14 luglio ci saranno il concerto-lettura «Le galline pensierose» con Valerio Corzani e La Lusignola e il concerto dei Kola Beat Band (ingresso 3 euro). Venerdì 15 luglio (ingresso Arena 5 euro) una conversazione con gli scrittori Ermanno Cavazzoni e Gabriele Gimmelli sulla pianura di provincia. A seguire lo spettacolo «Per
due gocce»: Valerio Aprea dialoga con il giornalista Andrea Gavazzoli, intorno a tutte le declinazioni di bonifica, con alcuni dei monologhi scritti per lui da Makkox a Propaganda live. Dedicata al centenario della moderna bonifica, quando con il congresso di San Donà di Piave, si aprì una nuova fase di sviluppo produttivo agroalimentare del nostro Paese.
Chiude la serata il concerto dei Tribalneed. Sabato 16 luglio (ingresso 3 euro) «La pianura è un foglio bianco» musica e parole con Elisa Lolli e Marco Sforza, la sonorizzazione «Su un'isola deserta vorrei essere con te» a cura di Matteo Scaioli e Marco Morandi, Flo in concerto con «Brave ragazze» e il concerto di Valeria Sturba. Domenica 17 luglio (ingresso 12 euro, prevendita online su Oooh Events) il duo acrobatico Rasoterra e «Il ballo» con Maria Pia Timo e la Mirko Casadei Popular Folk Orchestra. Lunedì 18 luglio (ingresso 3 euro) Super cumbia y la Liga de la alegrìa in concerto e «Fat jazz» con Denis Campitelli e le parole e la poesia di Giovanni Nadiani; chiude la sera il concerto degli Slavi bravissime persone. Martedì 19 luglio ultima sera di festa (ingresso 8 euro) con «Museo Pasolini», di e con Ascanio Celestini: un viaggio commovente su un grande scrittore, costruito con le testimonianze di uno storico, uno psicanalista, uno scrittore, un criminologo, che compongono un ipotetico museo dedicato all’intellettuale di Casarsa. L’ingresso è sempre gratuito alla Golena dei poeti e per i bambini fino ai 14 anni.

arena delle balle di paglia

Spazio anche per i bambini

Spazio anche ai piccoli con l’Arena bambini: ogni sera giochi e laboratori sulla paglia (partecipazione sempre gratuita). I visitatori potranno perdersi nei luoghi dell’Arena e ammirare numerose installazioni di arte di terra e di fiume, sia nuove, sia residue dalle passate edizioni. La land art è lo scopo principale dell'Arena, il cui unico scopo è quello di stupire e meravigliare, in un luogo dove incontrare tracce profonde di relazioni tra uomini. Tra le novità, «Il porto di Canne…s» di Oscar Dominguez, «l suoni delle lucciole» di Francesco Pellegrino, «La balena che canta nel fiume» di Ars Ruralis (Simone Mulazzani e Valentina Grossi), Il villaggio Vitalba realizzato da Quelli di Primola con un percorso
sonoro di Matteo Scaioli e Tele Balla di Marco Morandi, «La palafitta per le formiche» realizzata da Quelli di Primola e «La galleria di pioggia» di Alessandro Patuelli e Claudio Tassinari del Consorzio agrario di Ravenna. Tutte le sere dalle 19.30 sarà aperto il punto ristoro con birra, vino, piadine farcite e altre loverie. L’Arena delle balle di paglia si raggiunge dal parcheggio di via Cenacchio, seguendo le indicazioni; è possibile percorrere solo la carraia segnalata di fianco al Canale Romagnolo. Servizio navetta per mobilità ridotta al numero 333 4183149 (attivo nei giorni dell’Arena
dalle 18.30).

Info

Primola Cotignola, via Zanzi 28, 48033 Cotignola (RA) – c.f. 91011580395 / P.I. 02441820392 telefono: 366.3734214 ● web: www.primolacotignola.it ● email: info@primolacotignola.it Il programma completo, con tutte le informazioni e gli orari di ciascun appuntamento, è disponibile sul sito www.primolacotignola.it e sulla pagina Facebook «Nell’Arena delle balle di paglia».

Letizia Di Deco

Classe 1998, vivo a Faenza. Mi sono laureata in Lettere Moderne e poi in Italianistica e Scienze linguistiche all’Università di Bologna. Scrivo per il settimanale Il Piccolo di Faenza. In attesa di tornare definitivamente in classe da prof, mi piace fare domande a chi ha qualcosa di bello da raccontare su ciò che accade dentro e fuori le pareti della scuola. Ho sempre bisogno di un buon libro da leggere, di dire la mia opinione sulle cose, di un po' di tempo per una corsetta…e di un caffè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.