Giovedì 21 giugno anche a Faenza l’International Yoga day

Una giornata di scambio interculturale e intergenerazionale, per diffondere una cultura di pace e promuovere il benessere individuale e collettivo. Questo è l’obiettivo dell’International Yoga Day, celebrato in tutto il mondo il 21 giugno. Anche Faenza si unisce al coro di raduni e manifestazioni che si stanno preparando in moltissimi Paesi, in una sorta di unione (Yug in sanscrito), insita nella parola stessa che dà il nome alla disciplina. A far da cornice all’evento sarà il Museo internazionale delle Ceramiche (Mic) di Faenza, che dalle ore 16.45 alle 21 ospiterà pratiche, seminari e laboratori esperienziali dedicati ai bambini (Balyayoga).

International Yoga day: a Faenza la 3^ edizione

La giornata internazionale dello Yoga viene celebrata in tutto il mondo a partire dal 2015 e a Faenza giunge quest’anno alla sua terza edizione. La genesi di questa manifestazione risale all’11 dicembre 2014, quando la Risoluzione unanime della 193° Assemblea generale dell’Onu, riconosce l’antica disciplina orientale come “uno sport che promuove lo sviluppo e la pace” e sancisce il 21 giugno come data ufficiale per la sua celebrazione.

L’evento è patrocinato dal Comune di Faenza e nasce dalla proposta di Gaia Leonardi – insegnante di Yoga – che insieme a quattro palestre di Yoga del faentino decide anche quest’anno di attivarsi affinché Faenza possa avere la sua giornata di celebrazione, in un momento di unione collettiva. Gli insegnanti di School of Santhi, A.s.d Dharma Yoga, La Piccola India, Shiva Kriya Yoga, coadiuvati da TataFata e Sound of Hemp, si alterneranno durante il pomeriggio tra seminari, laboratori pratici e momenti ludici rivolti ad adulti e bambini, offrendo una visione d’insieme dei benefici che derivano da questa pratica. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti: yogi, yogini e a chi vuole avvicinarsi a questa disciplina per la prima volta.

Un dialogo-incontro di diffusione della pace in uno spirito di unità e cooperazione, cinque ore di condivisione in omaggio a questa disciplina che dall’India si è diffusa universalmente, grazie ai suoi benefici riconosciuti anche dalla scienza. Un approccio olistico alla salute e al benessere che incarna l’unità tra mente e corpo, pensiero e azione e armonia tra l’uomo e la natura.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.